Un weekend a Brescia: che cosa non dovete perdere

Di

Brescia vale sicuramente una visita di qualche giorno, per esempio potete iniziare a pensarci per il ponte del 2 giugno… Si tratta di una splendida città che vanta una storia antica e ricchissima, di cui rimangono numerose testimonianze ottimamente conservate. Nel corso dei secoli Brescia è stata teatro di importanti fasi storiche: probabilmente fondata dai Galli e Insubri, fu colonia romana con il nome di Brixia, poi saccheggiata da varie orde di barbari tra cui quelle di Attila, divenne ducato longobardo, poi libero comune, cadde sotto la dominazione dei Visconti per alcuni secoli, per poi diventare parte dei territori della Serenissima di Venezia. Nel 1849 combatté contro l’Austria con tanta foga da guadagnarsi l’appellativo di Leonessa d’Italia.

Come accennavamo, a Brescia non mancano certo i luoghi interessanti da visitare. Vi consigliamo di iniziare il vostro tour dal centro storico, partendo da Piazza della Loggia (nella foto) dominata – quasi abbracciata – dall’imponente edificio della Loggia rinascimentale, oggi sede del Comune di Brescia. Sulla piazza si affacciano altri edifici prestigiosi, i bei portici e la Torre dell’Orologio, con il congegno meccanico cinquecentesco, in cui cinque automi battono le ore.

Passate poi in Piazza Paolo VI, dove trovate i simboli dei due poteri del Medioevo, temporale e religioso: il Broletto, l’antico palazzo comunale, con la Torre del popolo e il magnifico Duomo vecchio o Rotonda, in stile romanico, la cui struttura ricorda quella della chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Con una breve passeggiata si raggiunge il colle Cidneo, su cui svetta imponente il castello di Brescia. Non si tratta di una residenza per nobili, bensì di una fortezza militare molto articolata, che dalla sua posizione domina la città e regala una veduta d’insieme assai suggestivi. Il ponte levatoio più alto conduce i visitatori all’interno della cinta e alla parte più antica del castello. Dal 1200 al 1800 continuarono vari lavori di ristrutturazione interna della fortezza a scopi difensivi, soprattutto con una serie di cunicoli e di ambienti nascosti. Nell’ultimo decennio sono stati riportati alla luce molti vani e gallerie del tutto sconosciuti! Chiunque può visitare i cunicoli già predisposti per la sicurezza dei visitatori ‘normali’, ma altri sono riservati ai più ardimentosi, agli speleologi esperti e opportunamente attrezzati. Comunque consigliamo a tutti l’esperienza di entrare nel cuore, nel ventre della pietra carsica del colle Cidneo.

Molto affascinante il complesso monastico di Santa Giulia con la chiesa longobarda dedicata a San Salvatore e il grandioso Museo della città, all’interno del quale si trovano varie opere d’arte emblematiche della storia bresciana, fra cui la famosa Vittoria Alata e la Croce di Desiderio.

Tra i musei, consigliamo il Museo del Risorgimento, il Museo delle Armi e la ricchissima pinacoteca Tosio Martinengo.

Per trovare molte altre informazioni sulla città fate riferimento al sito Comune.Brescia.it. Se invece volete saperne di più sull’enogastronomia della provincia bresciana, leggetevi questo nostro post sulla Franciacorta.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2023, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009