Sardegna per le vacanze: Palau e Porto Rafael

Di , scritto il 25 Luglio 2012

Proseguiamo l‘itinerario iniziato a Baja Sardinia e giunto ad Arzachena, con una nuova tappa a Palau, suggestiva località dove l’afflusso di turisti nel periodo estivo è continuo. Questo fatto non stupisce, vista la bellezza delle spiagge e del mare!

Oltre che una località balneare di prim’ordine, Palau è anche un importante sito archeologico della Sardegna, particolarmente per le Tombe dei giganti di Li Mizzani, risalenti al XIX secolo a.C.

Poco fuori dal paese è situato il fortino di Monte Altura (di fine 800), molto ben conservato e in ottima posizione panoramica.

Ecco altri itinerari per visitare i dintorni di Palau:

* Tornando sulla strada statale 125 in direzione di Arzachena, un chilometro circa dopo la fine del centro abitato di Palau, bisogna imboccare una traversa sulla destra che percorre una strada tortuosa abbarbicata su una collina molto panoramica da cui si gode di un’incantevole veduta sull’arcipelago de la Maddalena.

* Proseguendo ancora, più avanti la strada scende fino al mare alla deliziosa località di Porto Rafael (o Porto Raphael), un centro turistico estremamente delicato e pittorico: con la spiaggetta, la piazzetta delineata da un porticato e una chiesetta immersa tra i mirti, è una vera perla della zona. La sua particolarità consiste nell’avere l’aspetto di un villaggio spagnolo: fu infatti un nobile ispanico che nel dopoguerra avviò il piccolo centro al turismo.

* Si può proseguire anche oltre Porto Rafael, salendo la strada che sbocca su un’altro versante più a nord da cui si goda un’ampia veduta su Punta Sardegna.

* Un’altra escursione consigliabile è quella che dal paese di Palau si dirige verso Capo d’Orso e, dopo alcuni chilometri lungo la costa, porta a una radura da cui si inizia una ripida salita a piedi che porta alla celeberrima roccia nota come l’orso di Palau o roccia dell’Orso: un enorme blocco di granito curiosamente modellato dai venti e dalla salsedine, che domina la baia di fronte all’isola di Santo Stefano e che fu perfino menzionato da Tolomeo nei suoi scritti.

* Se poi da Palau si imbocca la statale 133, si scopriranno scenari poco noti ma davvero sorprendenti: si giunge infatti per questa via al duecentesco Santuario della Natività a Luogosanto, 24 km a sud di Palau, nei cui pressi sorgono anche l’Eremo medievale di San Trano e i castelli di Baldu e San Leonardo, con una graziosa chiesa in conci di granito.

A questo punto, tornati alla base, siamo pronti per trasferirci sull’isola della Maddalena, che dista da Palau solo 20 minuti di traghetto.


2 commenti su “Sardegna per le vacanze: Palau e Porto Rafael”
  1. […] capoluogo della Gallura (l’estrema porzione settentrionale della Sardegna), a un passo da Palau. Proprio da Palau si può partire con il Trenino Verde e viaggiare nelle carrozze in stile retrò […]

  2. […] * Proseguiamo passando accanto ad altre spiagge incantevoli fino a Palau, posta di fronte all’isola della Maddalena. Qui sono imperdibili la Baia delle Saline e Capo d’Orso, oltre ad altre attrattive di cui abbiamo parlato qui. […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009