La città vecchia di Jaroslavl’, patrimonio UNESCO in Russia

Di , scritto il 26 Maggio 2015

JaroslavlJaroslavl’ è una meta molto amata dai turisti in Russia. E’ situata a circa 280 chilometri a nord-est di Mosca, alla confluenza del Volga con il Kotorosl ed è attraversata dalla celeberrima Transiberiana. La città ha una lunga storia: il suo nome deriva da quello del principe Jaroslav il Saggio, che la fondò nel 1010. Nel XIII secolo la città si sviluppò e divenne la sede di un granduca. Le vecchie case di legno furono sostituite da altre in pietra e la città divenne un importante porto commerciale che vantava contatti con la Persia, l’India e l’Impero ottomano. Nel XVII secolo fu addirittura la capitale della Russia, quando Mosca fu occupata dai polacchi; fu in questo secolo che furono erette una cinquantina di nuove chiese. Nel XVIII secolo scoppiarono vari incendi, ma la città fu ricostruita secondo l’ambizioso progetto di Caterina la Grande e le facciate delle chiese furono ricostruite secondo i canoni dello stile neoclassico o rococò. Tra gli anni 1770 e 1830 la città ottenne una nuova pianta a semicerchio con la chiesa di Sant’Elia posta a centro dell’abitato da cui si ramificavano a raggiera tutte le strade. Durante il periodo dell’Unione Sovietica, a differenza di quanto avvenne nella maggior parte delle città russe, in cui diversi monasteri e chiese furono distrutti o lasciati al degrado, gli edifici religiosi e civili di Jaroslavl’ furono gelosamente conservati. Così oggi, nella città vecchia si trovano una ventina di chiese del XVII secolo, praticamente intatte che costituiscono un patrimonio mondiale UNESCO.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009