La top 5 delle mete originali per un capodanno non convenzionale

Di , scritto il 13 Novembre 2012

Se non vi siete ancora attrezzati per il capodanno 2013, abbiamo qui qualche proposta non convenzionale per voi. Questa è la nostra “top 5”, che vi evita di ricorrere alla solite scelte:

1. Belgrado (Serbia). Ne abbiamo già parlato qui qualche tempo fa. E’ la capitale europea della nightlife meno conosciuta e più da scoprire. Troverete uno spettacolare capodanno in piazza anche se noi consigliamo la capitale serba soprattutto agli amanti del clubbing. Infatti i locali belgradesi non hanno nulla da invidiare a quelli di Londra o Berlino; in compenso, i loro prezzi sono decisamente inferiori. E nota bene: qui nessuno vi “rimbalzerà” se non avete scarpe lucide e giacca!

2. Stonehaven (Scozia). E’ una cittadina scozzese non lontana da Aberdeen. Qui ogni anno il 31 dicembre si tiene l’Hogmanay, antica festa di Capodanno scozzese celebrata un po’ in tutta la regione, ma che qui affonda le sue origini. In pratica si tratta di una processione durante la quale gli abitanti del paese fanno volteggiare delle palle infuocate per scacciare il buio della notte e dare il benvenuto all’anno che viene. Alla fine di questa suggestiva cerimonia pagana la festa continua per le stradine e nelle locande tra danze e canti sulle note folk di cornamuse e flauti! Come avrete capito, un capodanno in cui si uniscono la tradizione e l’originalità. Già che ci siete, vi raccomandiamo di visitare anche il Castello di Dunnottar, che è stato il set del film Amleto di Zeffirelli.

3. Rovaniemi (Lapponia, Finlandia). Per chi ama i capodanni in baita o sulla neve, questa scelta ne è
l’estremizzazione! Rovaniemi è la capitale della Lapponia ed è posta in prossimità del Circolo Polare Artico. Il budget richiesto sarà certamente più alto rispetto alle altre proposte ma verrete ripagati dagli incantevoli paesaggi e dalla possibilità di visitare il villaggio di Babbo Natale, così potrete redarguirlo per non avervi portato il regalo che gli avevate chiesto! Probabilmente a Rovaniemi non ci sarà il tradizionale spettacolo pirotecnico, ma in compenso c’è l’aurora boreale. Scusate se è poco.

4. Lubiana (Slovenia). Per tutto il periodo natalizio la capitale slovena si veste di luci che, riflettendosi sui tetti innevati e sulle acque della Ljubljanica, creeranno una cornice magica per il vostro capodanno. Troverete un’atmosfera particolare che mixa ambientazioni austroungariche a suoni e profumi balcanici. Dopo il countdown di rito nelle piazze di Lubiana (si festeggia almeno in quattro location e ognuna ha il suo tema), potrete continuare a ballare en plein air o lanciarvi in qualche discoteca. Le discoteche della città sono piccole ma ce ne sono molte – per tutti i gusti e tutte le tasche. Il giorno dopo per rilassarvi prima di tornare allo stress della vita quotidiana e/o per riprendervi dai bagordi della serata precedente potete fare una puntatina al complesso termale Atlantis che dispone di ben 16 piscine oltre a cascate, saune, bagni turchi e grotte artificiali.

5. Trieste. Lonely Planet posiziona il capoluogo del Friuli Venezia Giulia in testa alla classifica detta “the world’s unsung places”, ovvero la top ten delle città meno celebrate dai flussi turistici tradizionali. Trieste è una città che vi stupirà grazie alla sua anima cosmopolita dovuta all’incrocio fra le culture latina, germanica e slava che si fondono in un crogiolo architettonico, gastronomico e caratteriale unico. Il momento del fatidico countdown potrete trascorrerlo in Piazza Unità (foto in alto), senza dubbio una delle piazze più belle d’Europa grazie ai raffinati palazzi e all’affaccio diretto sull’Adriatico. Dopo la mezzanotte potrete scegliere di proseguire la serata per qualche oretta nei pub del centro o fare l’alba alle feste che ogni anno vengono organizzate nei locali del vecchio porto o nelle discoteche della città. Tra le varie opportunità interessanti per il 31 dicembre vi segnalo il cenone con musica e danze all’interno delle sale del maniero medievale che sovrasta la città, il castello di San Giusto.

Paolo Maiolin


6 commenti su “La top 5 delle mete originali per un capodanno non convenzionale”
  1. perugini giorgio ha detto:

    anche noi abbiamo scelto lubiana!!! speriamo bene!!

  2. Gian ha detto:

    prenotato per belgrado, è da tanto che ci volevo andare ma i miei amici e la mia ragazza non erano affatto convinti, ho usato il tuo post per convincerli 😉

  3. Stella ha detto:

    Noi abbiamo prenotato a Lubiana! Avete dato una bella descrizione di Trieste, io non la conosco e proprio per questo penso che al ritorno da Lubiana ci fermeremo una mezza giornatina a Trieste, tanto sembra sia vicinissima!
    P.s. l’aurora boreale al posto dei fuochi artificiali è super!

  4. Emma ha detto:

    Io sono stata all’ Hogmanay di Edimburgo lo scorso anno, spettacolare!! Comunque Belgrado mi incuriosisce molto, secondo me è una città tutta da scorprire

  5. Enri87 ha detto:

    Yeah, mete azeccate e finalmente diverse dal solito capodanno a Praga pieno di Italiani che cantano l’inno… Io purtroppo quest’anno starò a casa ma mi ha molto incuiosita l’idea dell’Hogmanay…chissà, speriamo per il prossimo anno…

  6. ANNA ha detto:

    Per risparmiare un pò sulla benzina, con l’iniziativa BenzinaGratis si possono vincere buoni da 10 euro di benzina, hanno già vinto 5000 persone!
    http://www.facebook.com/#!/BenzinaGratis?fref=ts


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009