Passeggiamo sulle rive della Senna a Parigi

Di , scritto il 02 Dicembre 2008

Notre Dame ParisParigi e la Senna. Un binomio indissolubile. Il fiume ha testimoniato ogni istante della storia bimillenaria della capitale francese e camminando lungo le rive della Senna è possibile ripercorrere tutti i mutamenti che la capitale della Francia ha attraversato nel corso della sua storia. Specialmente tra il Pont de Sully e il Pont d’Iéna si trovano edifici di grande importanza storica e artistica. Non a caso ‘le rive della Senna’ sono uno dei patrimoni dell’umanità tutelati dall’UNESCO. E chiunque inizi una visita della città più affascinante del mondo dovrebbe cominciare proprio da qui. In particolare dalle due isole sulla Senna, che furono il nucleo geografico, storico e sentimentale di Parigi, unite tra loro e alle rive da ponti: l’Île de la Cité e l’Île Saint-Louis.
Sull’Île de la Cité si trova la Parigi ‘spirituale’, con la maestosa cattedrale di Notre-Dame (nella foto una veduta laterale), capolavoro ineguagliabile dello stile gotico francese, i cui tratti sono familiari anche a chi non ha mai visto Parigi. La cattedrale di Notre-Dame fu costruita tra il XII e il XIV secolo ed è enorme: pensate che può contenere circa 9000 persone. Qui Napoleone Bonaparte si fece incoronare imperatore dei francesi. Poco distante si trova la Sainte Chapelle, di dimensioni minuscole, ma anch’essa un capolavoro del gotico; era la cappella del Palazzo Reale, che poi andò distrutto. Accanto alla cappella si trova la Conciergerie, la cui grazia architettonica nasconde un ex-carcere dove tra gli altri furono tenuti prigionieri anche Maria Antonietta, Donton e Robespierre prima di essere decapitati.

Se l’isola della Cité è sempre stata, nel bene e nel male, il regno del potere, l’Île Saint-Louis è invece da sempre un luogo tutto dedicato alla bellezza e alla gioia di vivere. Qui si ha la sensazione di vivere in un mondo un po’ diverso e appartato rispetto alla Parigi metropolitana e ovviamente è estremamente chic poter dire di vivere sull’isola, i cui pochi metri quadri sono annoverati tra i più costosi del mondo. I negozi sono l’aspetto più interessante per il turista, non tanto per acquistare qualcosa – anche! – ma soprattutto per ammirare l’atmosfera d’altri tempi: la selvaggina nelle pollerie, i formaggi adagiati su cuscini di paglia nelle fromageries, le torte magnificamente decorate nelle boulangeries, i raffinati fioristi, gli orologiai. Un inestimabile valore storico e simbolico.

Sempre sulle rive della Senna, nel cuore della città troviamo il Louvre, che nella sua forma attuale risale al XVI secolo, il periodo di maggiore splendore del Rinascimento francese. Fu per molto tempo la residenza parigina dei sovrani francesi, per poi essere trasformato nel più importante museo di Francia. La moderna piramide di vetro e acciaio dell’architetto sino-americano Ieoh Ming Pei davanti al Louvre costituisce oggi l’ingresso principale del museo. Un museo tanto vasto che vale la pena di pianificare con cura la visita limitandosi alle sale che veramente interessano, perché tutto di certo non si potrà vedere – perlomeno non in una giornata sola. Consiglio di non perdere i tre capolavori di Leonardo da Vinci (La Gioconda, Sant’Anna, la Madonna e il Bambino con l’agnello e la Vergine delle Rocce), la Venere di Milo e la Nike di Samotracia e anche la sezione dedicata all’arte babilonese.


1 commento su “Passeggiamo sulle rive della Senna a Parigi”
  1. […] la Senna nei pressi del Louvre ci si ritrova in quello che è forse in assoluto il quartiere più amato […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009