Il borgo medievale di Sermoneta e l’oasi di Ninfa, nel basso Lazio

Di , scritto il 01 Febbraio 2011

Sermoneta, in provincia di Latina, è uno de più bei borghi medievali del Lazio, una regione dove i piccoli centri interessanti dal punto di vista culturale non mancano affatto, perché per secoli e secoli la Storia ha necessariamente coinvolto tutte le località poco distanti dalla Roma dei papi. Il sud del Lazio ebbe poi un ruolo saliente anche nella fase del medioevo in cui si trovò a confinare con il regno dei normanni, che in diverse occasioni furono alleati dei pontefici. E come ben sappiamo questi ultimi erano spesso coinvolti in controversie e guerre di varia natura.

La storia del borgo di Sermoneta (lo vedete qui in alto) è comunque intimamente legata alle vicende della famiglia Caetani (dalla quale proveniva papa Bonifacio VIII) e chi lo visita si rende subito conto che l’abitato è praticamente tutto raccolto intorno al castello di questa antica famiglia, costruito nel XIII secolo.

Gli stessi citati Caetani ebbero un ruolo importante nella storia di diverse altre località della zona. A parte Anagni (in provincia di Frosinone), città del celebre schiaffo al citato papa, un ramo di tale famiglia (imparentato con i Dell’Aquila) governò a lungo l’importante principato di Fondi (oggi in provincia di Latina), dove nel  settembre 1378 si svolse un fatto storico, oggi raramente ricordato, ma che ebbe vaste conseguenze nel mondo dell’epoca: lo scisma d’occidente.

Altro luogo, ancora legato ai Caetani e vicinissimo a Sermoneta,  è l’antica città di Ninfa, della quale restano solo dei ruderi di vari edifici (tra cui il castello che vedete nella foto) nell’ambito di una bellissima oasi, un parco naturale fra i più apprezzati d’Italia per la qualità di preservazione dell’ambiente e della vegetazione. Ninfa è una sorta di Pompei medievale, e per un certo periodo della storia fu un centro tutt’altro che trascurabile. Fra l’altro, nel 1159 vi fu incoronato papa Alessandro III, il pontefice alla memoria del quale è stata dedicata la città piemontese di Alessandria.

Per visitare sia il Castello di Sermoneta sia il giardino di Ninfa – per alcuni aspetti – è ancora competente la Fondazione  Caetani.

Comunque, chi non avesse tempo per prenotare le visite a questi due interessanti luoghi, può ben farsi una passeggiata per le stradine medievali di Sermoneta, per apprezzare la visita di varie antiche chiese e magari sostare per un buon pranzo. In questa parte del Lazio la gastronomia non lascia certo a desiderare!

Poi, volendo, è pure in zona l’antica abbazia di Valvisciolo, dove secondo taluni ci sarebbero le evidenze della presenza di cavalieri templari. Una delle tante curiosità del Lazio.

alpav

Approfondimenti consigliati:
Sermoneta
Oasi di Ninfa

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009