Alla scoperta della Corsica: l’isola della bellezza

Di , scritto il 29 Dicembre 2011

I francesi chiamano la Corsica l’Île de Beauté, mentre Guy de Maupassant la definì la montagna nel mare, una terra dove ogni cosa risplende, tutto è colore e luce. La Corsica non è solo un’isola ricca di bellezze naturali, è una terra di storia e di cultura, di scambi e di confronti, a cominciare dalla piacevole alternanza tra mari e monti. Nei mesi estivi non è affatto difficile trovare biglietti aerei per voli last minute, soprattutto per Bastia e Ajaccio. L’alternativa è quella di salire su un traghetto e sorbirsi varie ore di traversata.

Cinque secoli di presenza genovese hanno lasciato un segno indelebile sulle città della Corsica: torri, fortezze, ponti, palazzi alti e stretti, facciate dipinte, chiese barocche. Infatti gli impianti urbanistici di varie città ricordano molto da vicino i vicoli della Liguria, così come l’organizzazione del territorio e del paesaggio.

Vi proponiamo un itinerario costiero circolare, che parte da Bastia, l’approdo più naturale per gli italiani e si muove in senso antiorario. Avremo così modo di ammirare le coste dorate della Corsica settentrionale, incorniciate da boschi lussureggianti che arrivano a ridosso delle spiagge. Il nordovest dell’isola è il luogo più adatto per il relax, con stazioni balneari e spiagge per tutti i gusti e montagne popolate da paesini con vista panoramica e molto freschi nei mesi estivi. Punteremo verso Cap Corse, il famoso “dito”, una penisola lunga e stretta che punta dritto verso l’Italia. Per poi ridiscendere lungo la parte occidentale e visitare vari punti panoramici, il villaggio di Nonza e l’elegante St. Florent, le rivali Île Rousse e Calvi, passando per Porto e la riserva marina di Scandola (sito UNESCO), dove il blu profondo si affianca all’ocra scura delle rocce. Arriveremo al capoluogo Ajaccio e poi, dopo una visita al sito archeologico di Filitosa (anch’esso tutelato dall’UNESCO), via Sartène, per poi tornare sulla costa. Giungeremo nel sud dell’isola, a Bonifacio, nelle celebri omonime Bocche, fino a Portovecchio e poi su su lungo la costa est di nuovo fino a Bastia.

Ovviamente si può anche visitare l’interno della Corsica: si scoprirà che il cuore dell’isola è molto selvaggio, con foreste fitte e sempre verdi, ben diverso dalle coste perennemente invase dai turisti. Le strade dell’entroterra sono tortuose oltre ogni immaginazione: le conoscono bene i partecipanti al Tour de Corse, uno dei rally più difficili e pericolosi al mondo, anche detto “10.000 curve”. Vi sono vaste aree votate alla pastorizia, soprattutto nella zona delle Gole della Restonica, con strutture di pietra a secco per gli alpeggi chiamate in corso stazzu.

Uno dei tanti itinerari possibili è quello che va da Portovecchio a Corte, proprio nelle suddette gole della Restonica, passando per il rilievo dell’Ospedale e il Col de Bavella. Un altro itinerario possibile è quello che va da St. Florent a Corte, passando per la costa vicino a Bastia, Casamazza e Ponte Leccia. Corte è una città fiera, con una cittadella e un belvedere mozzafiato sulla Valle della Restonica. Ci sarebbe da parlarne per molte pagine.

Ma concludiamo con qualche ultima indicazione sui prodotti tipici da degustare nell’isola francese: tra i formaggi, brilla sicuramente il brocciu, fresco o secco: è una ricotta di latte caprino e/o pecorino asciugata in particolari canestri. Poi ci sono il gustoso e morbido niolu e il brin d’amour, preparato con latte di pecora aromatizzato con rosmarino e santoreggia. Un’altra specialità che troverete solo qui sono i figatelli (salsicce di frattaglie aromatizzate al finocchio selvatico).

Invece, tra i vitigni corsi, i cui profumi sono modellati sia dalla montagna che dal mare, ricordiamo il rosso niellucciu e il bianco vermentinu, che producono rossi robusti e bianchi piacevoli, perfetti da abbinare al pesce e ai crostacei.


1 commento su “Alla scoperta della Corsica: l’isola della bellezza”
  1. […] domani si terrà l’edizione del Tour de Corse 2012, lo spettacolare rally della Corsica. Peugeot via parteciperà con la nuova Peugeot 208 Rally, guidata da Sarrazin insieme a […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009