Un giorno a Trani: che cosa vedere

Di , scritto il 26 Febbraio 2015

TraniTrani è una delle più antiche e pittoresche cittadine della Puglia, conosciuta soprattutto per Cattedrale di Trani, capolavoro assoluto del romanico di questa regione, insolitamente posta proprio di fronte al mare, nel cuore del piccolo paese. La sua edificazione andò di pari passo con le vicende di San Nicola Pellegrino, in epoca normanna. La chiesa è in tufo calcareo tipico della regione, di un colore rosa molto tenue, tendente al bianco. L’architettura di questo edificio è assai insolita, per via di un vistoso transetto e di un arco a sesto acuto nel passaggio che si trova sotto il campanile. Nel piazzale antistante si svolgono spesso prestigiosi concerti e rappresentazioni teatrali.

Tra le numerosissime altre chiese della città, sicuramente non va tralasciata quella di Santa Maria di Colonna, ubicata sulla piccola penisola di Capo Colonna, non lontano dal centro della città in quella che ora è un’elegante zona turistico-residenziale. Accanto a essa si trova un Monastero benedettino: entrambi risalgono al periodo a cavallo tra XI e XII secolo. La facciata della chiesa è tipicamente romanica, con un grosso rosone, un arco lavorato e sostenuto da snelle colonne, un architrave raffinatissimo e una serie di archetti pensili della cuspide. Il monastero, con il chiostro e il cortile esterno è molto usato per eventi culturali, soprattutto concerti di musica jazz e classica. Dal piano superiore si gode una splendida veduta della costa e della città.

Molto suggestivo anche il Castello svevo, costruito nel 1233 sotto il regno di Federico II (come buona parte delle architetture militari di questa regione). Vi soggiornò spesso il figlio di Federico, Manfredi, che nel 1259 sposò qui la seconda moglie, Elena Ducas.

Tra le architetture civili segnaliamo la Casa de Agnete (con una facciata medievale decoratissima e quasi intatta), la medievale Torre dell’Orologio (purtroppo non accessibile al pubblico), il rinascimentale Palazzo Caccetta e Palazzo Antonacci Telesio, risalente alla seconda metà del Settecento.

Trani è anche molto famosa per i frutti di mare, i ricci, le cicale, i tartufi di mare (anche detti noci bianche), le cozze pelose, i calamaretti, i lupini, i cannolicchi e i piccoli scampi. In una passeggiata sul Lungomare Colombo si potranno vedere gli sciali, vasche di stabulazione, cioè di pulizia dei frutti di mare.

Se volete fare un’escursione molto interessante da Trani, seguite il link le saline di Margherita di Savoia.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009