Le capitali del Nord: Helsinki

Di , scritto il 25 Settembre 2008

Chiesa Russa HelsinkiLa Finlandia non fa parte della Scandinavia, ma, trovandosi alla stessa latitudine ed essendo la sua storia strettamente legata a quella della Svezia, inseriamo anche Helsinki nell’elenco delle capitali del Nord (abbiamo già parlato di Oslo, Stoccolma e Copenhagen).

Di fatto, Helsinki fu fondata da un re svedese e – come in gran parte della Finlandia occidentale – qui lo svedese è parlato come seconda lingua e gode di uno status assolutamente paritario a quello del finlandese. Helsinki è una città tranquillissima, estremamente efficiente, piccola e accogliente (esiste una buona rete di mezzi pubblici ma si può visitarla anche a piedi). Si affaccia sul Baltico, mare che la separa dalla prospiciente Tallinn, la capitale dell’Estonia, a cui è ben collegata da un servizio di traghetti.

Come Stoccolma, anche Helsinki si estende su numerosi isolotti collegati alla terraferma da traghetti o ponti. Il suo fascino è discreto e duplice: da un lato edifici e monumenti (soprattutto neoclassici e moderni), dall’altro il meraviglioso ambiente naturale in cui è immersa: parchi, spiagge, strade alberate e tante, tante betulle. D’inverno, ovviamente, domina su tutto il bianco della neve e il freddo la fa da padrone.

Che cosa bisogna assolutamente a Helsinki?
La Piazza del Senato (qui una foto presa dal mare), centro nevralgico della città, con i suoi edifici neoclassici, la Cattedrale Bianca (luterana) e il Palazzo Sederholm, uno degli edifici più antichi di Helsinki. La Piazza del Senato è affiancata da Kauppatori (la piazza del mercato), che dà direttamente sul mare ed è un altro dei luoghi più noti. D’estate vi si trovano soprattutto bancarelle di coloratissimi frutti di bosco (alcuni dei quali a noi sconosciuti), prodotti artigianali tipici della Lapponia e squisito street food (pesce fritto, stufati di renna e patate fritte). La piazza del mercato si trova sul prolungamento di uno dei grandi viali alberati della città, l’Esplanadi, sui cui si affacciano molti negozi di oggettistica dallo splendido design (soprattutto soprammobili e bigiotteria). L’Esplanadi si congiunge tramite un ponte all’isola di Katjanokka dove si può ammirare la Cattedrale Ortodossa Uspenski (nella foto). Le linee dell’edificio ci ricordano che San Pietroburgo è a un tiro di schioppo e che la Finlandia fu per cent’anni Granducato russo.

Se la zona della Piazza del Senato è tutta all’insegna del neoclassicismo, il resto della città è per la maggior parte improntato al modernismo. Non dimentichiamo che Alvar Aalto, uno dei massimi esponenti dell’architettura moderna, nacque proprio a Helsinki. Queste le perle “moderne” da non perdere: la Stazione Ferroviaria Centrale (Rautatieasema, opera dell’architetto Eliel Saarinen), il Centro Congressi Finlandia-Talo di Alvar Aalto e la chiesa luterana Temppeliaukion Kirkko, scavata nella roccia, progettata dagli architetti Timo e Tuomo Suomalainen. Quest’ultimo edificio merita una nota particolare perché è qualcosa di assolutamente unico. Dal di fuori pare solo un cumulo ordinato di pietre con una cupola rotonda in rame verde ma dentro la visione è stupefacente: la parte alta delle pareti è costituita da grandi vetrate trasparenti da cui si vedono le luci, le ombre e i colori continuamente cangianti del cielo e delle nuvole. Al di sotto della vetrata i muri sono di pietre grezze e tra le fessure scorrono rivoli di acqua che vanno a incanalarsi diligentemente per poi sparire sotto il  pavimento. Una commistione di elementi naturali e di strutture architettoniche a cui nessuna foto rende giustizia. Se vi accontentate, potete vedere qualche interessante immagine su questo sito.

Vale anche la pena di visitare l’imponente fortezza di Suomenlinna (detta in svedese Sveaborg), uno dei più significativi esempi di architettura militare in Europa. Si trova su sei isolette appena di fronte alla città a cui si giunge mediante un traghetto che parte dal molo della piazza del mercato. Nel periodo di dominazione svedese questa fortezza aveva il compito di difendere il porto di Helsinki dagli attacchi russi. Suomenlinna è annoverata tra i patrimoni dell’umanità dall’UNESCO.

Infine, a Helsinki è possibile visitare una serie infinita di musei, tra cui consiglio il Museo dell’Arte Edilizia Finlandese, il Museo della Tecnica, il Museo del Design e il Museo d’Arte Contemporanea Kiasma.


3 commenti su “Le capitali del Nord: Helsinki”
  1. […] in progetto una vacanza in Finlandia? La consigliamo con tutto il cuore! Sicuramente visiterete la capitale Helsinki, che costituisce un buon punto di partenza per varie escursioni nella parte sud del […]

  2. […] anche le linee: come sa chiunque è stato in Finlandia, la ricerca estetica e il design dalle linee semplici e pulite sono uno dei cardini di questa […]

  3. […] 28 Giugno 2012 alle 08:34 scritto da nicoletta Per chi visita la Finlandia, dopo Helsinki, vale sicuramente la pena di visitare Turku, facilmente raggiungibile in treno dalla capitale e […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009