Tre giorni in bicicletta nei dintorni di Cork (Irlanda)

Di , scritto il 24 Gennaio 2015

Bicicletta Irlanda CorkDedicato a tutti quelli che stanno già pianificando le vacanze estive… Da soli o in compagnia, l’Irlanda vista sulle due ruote è bellissima: i panorami sono affascinanti, gli incontri imprevedibili, sia con gli abitanti che con i numerosi animali selvatici che giocano o si muovono al lato della strada. Si sa che quest’isola è tutta una tavolozza dove il verde si declina in ogni sfumatura. Ma forse la campagna più bella, punteggiata da villaggi e romantici giardini, si trova nella contea di Cork, nel sudovest dell’isola.

Perciò vi proponiamo un itinerario di tre giorni partendo da Cork.
Il primo giorno bisogna puntare in direzione sud verso Kinsale: serviranno circa due ore, prendendosela comoda e scattando molte foto in vari punti panoramici. Kinsale è nota per la sua buona cucina, è un porto che ha visto molti importanti eventi storici: la ribellione degli irlandesi insieme alle forze navali spagnole nel XVII secolo sconfitta brutalmente dagli inglesi e punita con il divieto per più di un secolo per tutti i cattolici di vivere all’interno della mura della città.

Da Kinsale ci dirigiamo poi a nord ovest verso Bandon (volendo si può fare una deviazione verso il promontorio Old Head of Kinsale per vedere il punto dove il Lusitania era stato affondato dai cacciatorpedinieri tedeschi nel 1915). Sulla strada per Bandon si incontra il villaggio di Ballinspittle dove si trova una grotta con una statua della Madonna che, a quanto si narra, è stata vista muoversi in alcune circostanze e perciò è diventata una sorta di santuario. Nella zona di Ballinadee le salite sono piuttosto faticose, ma poi si arriva finalmente a destinazione.

Il secondo giorno si parte da Bandon diretti a Castletownshend, un villaggio con castello considerato dagli irlandesi come uno dei luoghi più pittoreschi del paese. La direzione da prendere è quella che andando verso est porta a Dunmanway e poi, scendendo verso sud, passando per Clonakilty, Rosscarbery, Leap e Skibbereen porta finalmente a destinazione. Il luogo è incantevole, non soltanto il castello, ma anche la chiesa protestante adiacente di St. Barrahane, in cui si trovano delle bellissime vetrate colorate.

Il terzo giorno è quello del ritorno a Cork (direzione nord ovest) passando per Blarney, dove si trova un castello cui è legata una singolare leggenda: si dice che chi bacia una particolare pietra in esso contenuta, acquisisca eloquenza (in inglese “the gift of the gab”, la parlantina). La famosa pietra è contenuta in una torre.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009