Aruba: l’isola dove non piove mai

Di , scritto il 23 Maggio 2013

Per chi ama il sole e il relax, Aruba è un’isola tutta da scoprire. Situata nell’arcipelago delle Antille Olandesi, proprio di fronte alle coste del Venezuela, è un membro autonomo del Regno dei Paesi Bassi. Si raggiunge in circa 11 ore dall’Italia e i collegamenti più convenienti sono quelli che partono da Roma e fanno scalo ad Amsterdam.

Ad Aruba ci aspettano cielo blu, acque turchesi cristalline, spiagge bianchissime e di struggente bellezza, palme, cactus e mangrovie. Rispetto alle altre isole della zona, Aruba ha un clima assolutamente perfetto: infatti qui non passano i temibili uragani che seminano distruzione e panico nel resto dell’America Centrale. E la temperatura qui oscilla ogni giorno dell’anno tra i 27 e i 29 °C, con un vento gradevole e costante che raramente provoca disagi.

La spiaggia più glamour e gettonata è chiamata Baby Beach, qui si può anche mangiare ottimo pesce nel ristorante prospiciente il mare. Palm Beach (nella foto) è una località che ricorda molto la California: qui si trovano le più importanti strutture alberghiere, con spiagge di sabbia finissima estremamente attrezzate e organizzate. Le acque sono calme e pulitissime, ideali per lo snorkeling, oppure per immersioni e bagni a partire da grandi catamarani che prendono il largo per i turisti. Per la cena, sempre buoni i crostacei e il pesce fresco, gustoso e leggero. La notte ad Aruba si consuma tra balli e bevute, nei locali all’aperto, nelle discoteche o nei casinò.

Ma durante il giorno l’isola ha moltissimo da offrire ai vacanzieri: non solo spiagge e bagni ristoratori, ma anche interessanti escursioni ecologiche nell’Arikok National Park, una riserva popolata da moltissimi esemplari di cactus e di divi divi, alberi scolpiti e appiattiti dagli alisei. Nello stesso parco si trovano anche grotte in cui si possono ammirare anche sculture rupestri lasciati dagli abitanti di insediamenti antichissimi.

Con una jeep ci si può inoltrare tra le insenature scogliose della costa nord, in un paesaggio affascinante, semidesertico, in cui molti amano fare jogging sulla strada costiera, oppure surfare su onde perfette, pedalare su una mountain bike o andare a cavallo tra le dune. Si arriva così a un ponte naturale, scavato e modellato dalla furia delle onde. Qui c’è anche la Spiaggia dei Desideri, dove si trovano curiose piramidi di sassi costruite dai visitatori per esprimere un desiderio che, secondo la leggenda, si avvererà soltanto se le pietre non cadono.

Mascherine in pronta consegna

3 commenti su “Aruba: l’isola dove non piove mai”
  1. […] nella parte nord-occidentale del paese, di fronte all’isola di Aruba, è una dei centri urbani più antichi del Venezuela: fu infatti fondata nel XVI secolo da Juán de […]

  2. […] sola: tre di esse sono diventate comuni a statuto speciale dell’Olanda, Curaçao, Aruba e Sint Maarten sono nazioni costitutive del Regno dei Paesi […]

  3. […] principali attrattive turistiche di Aruba abbiamo già parlato nel nostro blog gemello solotravel.it. Su queste pagine ci concentriamo invece su un altro aspetto […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009