Il Parco delle Cascate di Molina (in provincia di Verona)

Di , scritto il 21 Aprile 2008

ParcoDelleCascateA pochi chilometri da Verona e precisamente nei pressi del delizioso borgo medievale di Molina (frazione di Fumane), si trova, immerso nel verde, il Parco delle Cascate. Qui si possono trascorrere stupendi momenti di pace tra natura e cultura. Il Parco delle Cascate di Molina si estende su una superficie di circa 150 ettari. Comprende l’ultimo tratto della Valle di Molina e la zona di confluenza con la Val Cesara e il Vaio delle Scalucce. Le cascate sono la principale attrazione dell’oasi naturalistica: si sono formate lungo i corsi d’acqua per la presenza di rocce a diversa erodibilità; canyon, solchi e nicchie sono altre testimonianze dei passati percorsi. Oltre alle spumeggianti cascate, il Parco offre al visitatore anche un paesaggio segnato dai boschi e prati, frequentemente interrotti da rivi d’acqua. Un paesaggio che accosta la dolcezza del verde della vegetazione, al grigio degli speroni rocciosi, al bianco delle cascate e dei vorticosi torrenti. E poi strade lastricate, muretti di pietra, graffiti, antichi mulini, ponti, passerelle e perfino un’altalena che permette di volteggiare sopra una cascata. Un sentiero attrezzato permette di visitare le più belle cascate (tra cui la Cascata Nera, la Cascata Verde e la Cascata del Marmittone) e di cogliere scorci suggestivi di paesaggio.
Insomma, un luogo ideale per evadere temporaneamente dal caos della città, un luogo magico, misterioso, un’avventura facile e, specie per i più giovani, anche una piccola palestra per l’educazione all’amore e al rispetto per la natura

Per saperne di più sugli orari di apertura e avere tutte le informazioni necessarie, questo è il link utile.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009