Dieci cose da non perdere a Bruxelles

Di , scritto il 20 Febbraio 2013

Bruxelles è la capitale del Belgio, ma anche del cioccolato, della birra, dell’Europa e del fumetto. Insomma, una città con molte facce che si può adattare bene ai gusti di tutti ed è perfetta per un city break. Noi abbiamo messo insieme una piccola guida con le dieci cose da non perdere di Bruxelles in base alla nostra esperienza:

* Grand Place. Senza dubbio una delle più belle piazze del mondo, infatti dal 1998 fa anche parte del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Vale la pena mettersi al centro della piazza e ruotare su se stessi per osservare la maestosità degli edifici che la incorniciano. Spettacolare poi l’immenso tappeto di fiori (25 metri di larghezza per 75 di lunghezza) formato dai fiori provenienti da più di 500 000 piante di Begonie che potrete ammirare un anno sì e uno no il week-end del 15 agosto, festa dell’Assunzione di Maria.

* L’Atomium (nella foto). Praticamente la tour Eiffel della capitale belga. Costruito per l’Esposizione Internazionale del 1958, anche l’Atomium (come la Torre Eiffel) doveva avere vita breve per poi essere smantellato: invece è ancora lì ed è diventato uno dei simboli di Bruxelles. L’Atomium è alto circa 102 metri e rappresenta un cristallo di ferro ingrandito 165 miliardi di volte. Le 9 sfere che formano l’Atomium hanno un diametro di 18 metri e ospitano mostre, convegni, concerti, conferenze oltre alle normali esposizioni sempre presenti e al ristorante sito nella sfera più alta. L’atomium è raggiungibile dalla città con la Linea 6 scendendo alla fermata “Heysel” ed è aperto tutti i giorni dell’anno dalle 10 alle 18.

* Manneken-Pis. Famosa statua bronzea seicentesca del “ragazzetto che fa pipì”, altro simbolo della città. Le leggende sulla sua origine sono le più svariate, una di queste narra di un bambino che avrebbe spento, a suo modo, la miccia di una bomba con la quale i nemici volevano dare fuoco alla città. Non è raro poi trovare il ragazzetto travestito, infatti Manneken Pis viene vestito con uno dei suoi costumi 36 volte all’anno. Ad esempio, ogni 21 aprile, indossa il costume di Spirou, ogni 27 aprile i panni di Nelson Mandela e ai primi di luglio la maglia gialla del Tour de France. Ogni volta che la statua viene vestita si tiene poi una vera e propria cerimonia con tanto di banda musicale, balli e canti! Non tutti sanno però che il Manneken-Pis ha anche un’amichetta, Jeanneke Pis (Impasse de la Fidélité 10-12) e un cane, Zinneke Pis (angolo rue des Chartreux – rue du Vieux-Marché).

* Il cioccolato. A Bruxelles troverete maîtres chocolatiers a ogni angolo di strada pronti a deliziare le vostre papille gustative. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche, provate a dare un’occhio ai nostri consigli in merito in questo articolo pubblicato su solofornelli. Se oltre che al gusto siete interessati a saperne di più sulla storia del goloso oro marrone fate un salto anche al Museo del Cacao e del Cioccolato (Rue de la Tete d’Or, 9; aperto mar-dom 10-16.30).

* La Birra. Trappiste, Lambic, Triple, d’abbazia, bianche, ambrate, pilsner… dovete sapere che in Belgio ci sono almeno 1000 tipi di birre diverse! Un sorsetto di birra belga è quindi d’obbligo, potrete scegliere la vostra preferita fra una varietà sconfinata di etichette al celeberrimo Delirium Café (Impasse de la Fidélité 4, lun-sab 10-04, dom 10-02).

* Panorama. Abbiamo scovato per voi tre punti di vista ottimali per godere del panorama su Bruxelles. Il primo è il caffè del museo Museo degli Strumenti Musicali (Rue Montagne de la Cour, 2- caffè: mar-dom 10- 16:30; museo: mar-ven 9:30-17 sab-dom 10-17) ospitato in un magnifico edificio in stile art nouveau. Poi c’è il ristorante dell’Atomium ed infine il tetto del parcheggio parking 58 (rue de l’Evêque,1 – 07-20) dove potrete portarvi la vostra bottiglia di birra e godere della vista (gratuita) a 360° sulla città!

* Museo Magritte. Il museo (Place Royale, 1 – mar-dom 10-17) dedicato al celebre pittore surrealista René Magritte può contare su una collezione con più di 200 opere tra cui oli su tela, sculture, gouaches e anche manifesti pubblicitari, spartiti musicali, film e foto realizzati tutti dallo stesso Magritte.

* Fumetti. Se siete dei fan di Tintin, Spirou e Lucky Luke non potete perdervi la Bruxelles dei fumetti, cliccate qui per scoprirne di più.

* Ilot Sacré. L’Ilot Sacré è il quadrilatero che si trova proprio alle spalle della Grand Place ed è costituito da viuzze caratteristiche zeppe di ristoranti (soprattutto in Rue des Bouchers) e di negozi di souvenir. Questa piccolo quartiere è un vero e proprio comune autonomo ed è indipendente dal resto della città dal 1960. Da percorrere assolutamente le eleganti Gallerie coperte Saint-Hubert dove si trova anche il “Café de la Renaissance” (oggi “Taverne du Passage”) sui quali tavoli erano soliti incontrarsi artisti e letterati francesi come Baudelaire, Alexandre Dumas, Victor Hugo, Apollinaire e Verlaine.

* Quartiere europeo. E’ qui che è nata e cresciuta l’Unione Europea ed è qui che se ne decidono le sorti. La maggior parte degli edifici non sono visitabili liberamente ma potrete visitare gratuitamente il Parlamentarium (Rue Wiertz,60 – lun 13-18, mar-mer 9-20, gio-ven 9-18, sab-dom 10-17) ovvero il Centro dei visitatori del Parlamenti europeo, dove una guida elettronica multimediale vi farà scoprire l’esposizione raccontando il passato, il presente e il futuro del Parlamento europeo e dell’Unione.

Informazioni pratiche:
Se scegliete di arrivare a Bruxelles in aereo, prima di lanciarvi sui siti delle compagnie low cost per prenotare il vostro volo controllate prima i prezzi offerti da Brussels Airlines, principale compagnia aerea del Belgio. Spesso con meno di 100 euro si hanno andata e ritorno dall’aeroporto principale di Bruxelles (e non da Charleroi) e una franchigia di ben 23 kg per il bagaglio da stiva consentendovi di portare a casa souvenir, birre e chili e chili di cioccolato! Dall’aeroporto di Bruxelles potrete raggiungere comodamente il centro città in una decina di minuti con il treno.

Per tutte le informazioni sulla città visitate il sito dell’Ufficio belga per il turismo Bruxelles – Vallonia.

Paolo Maiolin



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009