Un giorno a Feltre (Belluno): che cosa vedere

Di , scritto il 19 Febbraio 2019

Feltre è una splendida cittadina in provincia di Belluno, situata ad ovest del fiume Piave e alle pendici delle Dolomiti e chiusa a sud dal Monte Tomatico che domina sulla Val Belluna. La cittadina, che ha circa 20.000 abitanti, ricorda per certi versi Trento e per altri Venezia, ma con altre caratteristiche tutte sue.

Una visita a Feltre permette di conoscere una città storica, ma piena di vitalità. L’antica Feltria fu probabilmente fondata dai Reti-etruschi, poi conquistata dai romani, densamente popolata nel Medioevo, rasa al suolo nel 1510 dall’imperatore Massimiliano e poi ricostruita nel Rinascimentale per opera dei Veneziani.

La città, circondata da mura millenarie, è anche soprannominata “Borgo verticale”, ed è ricca di testimonianze d’arte, cultura e tradizioni. Cuore pulsante del centro storico è la Piazza Maggiore, il salotto buono della città che assomiglia a un palcoscenico a cielo aperto con le colonne sovrastate dal tradizionale leone veneziano, due grosse statue raffiguranti i cittadini illustri Vittorino da Feltre e Panfilo Castaldi, nonché la fontana di Tullio Lombardo, il Palazzo della Ragione (un tempo sede del governo cittadino) e la chiesa dei Santi Rocco e Sebastiano. In direzione diagonale rimangono alcuni resti dell’antica fortezza di Feltre, interamente distrutta nel corso del Cinquecento. Una caratteristica particolare di Feltre è quella di essere una “città dipinta (urbs picta): infatti numerosi palazzi e strutture architettoniche presentano delle pareti affrescate.

Da non perdere anche il Duomo di San Pietro ai piedi della collina, il Museo Civico (in via Lorenzo Luzzo) e la Galleria d’Arte Moderna Carlo Rizzarda (all’interno di Palazzo Cumano), in cui si può ammirare una straordinaria collezione di realizzazioni in ferro battuto.

A poca distanza dal centro si trova il suggestivo Santuario dei Santi Vittore e Corona, un antico monastero con annesso chiostro e chiesa medievale, da cui si goda di un panorama mozzafiato.

Oltre alle attrattive culturali, Feltre è anche una località dove si può passeggiare e vivere la montagna (da non perdere assolutamente una gita al Lago del Corlo).

Un soggiorno a Feltre d’estate offre poi la possibilità di assistere a numerosi eventi, il più famoso dei quali il Giro delle Mura, una gara podistica internazionale in notturna che si tiene nel mese di agosto nel centro cittadino.

Per quanto concerne le specialità enogastronomiche locali, ricordiamo le noci feltrine, il miele DOP delle Dolomiti, i fagioli di Lamon, il mais sponcio e la birra del Centenario (di malto, non filtrata e non pastorizzata).



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009