Vacanze in Normandia: che cosa vedere nei dintorni di Fécamp

Di , scritto il 14 Marzo 2018

Per chi vuole visitare la Normandia è d’obbligo una tappa nella cittadina di Fécamp, una città ricca di testimonianze artistiche e storiche, che fu residenza dei duchi di Normandia fino al 1204. È affacciata sull’Oceano Atlantico, a nordovest di Rouen ed è uno dei più importanti porti francesi per la pesca al merluzzo, oltre che un’apprezzata stazione balneare della cosiddetta Costa d’Alabastro, così chiamata per via delle pittoresche scogliere.

A proposito di pesca, valgono una visita le case dei pescatori lungo il porto e la loro cappella sulla falesia, dove si trovano le barche ex-voto. Da vedere anche l’Abbazia della Santissima Trinità, una maestosa chiesa costruita in stile gotico a partire dal XII secolo, ma con una facciata interamente rifatta nel Settecento. Suggestivo anche il palazzo dei duchi di Normandia, purtroppo in rovine. Ma il nome di Fécamp è sopratutto associato allo straordinario Palais Bénédictine (nella foto) fondato alla fine dell’Ottocento da Alexandre-Prosper-Hubert Le Grand. Si tratta di un edificio di stile eclettico in cui si trova un mix di architettura neogotica, neorinascimentale e Art Nouveau. Al suo interno il palazzo ospita un museo dedicato a un prezioso elisir, un liquore a base di decine di erbe la cui formula è nota solo a pochissimi individui.

A qualche chilometro da Fécamp consigliamo una deviazione per Yport, villaggio di pescatori dove hanno abitato numerosi personaggi celebri tra cui Guy de Maupassant e André Gide. Anche qui, come a Fécamp sono presenti molti edifici affacciati sul mare in stile eclettico, vicino all’Art nouveau e allo stile neo-normanno e caratterizzata da grandi volumi e ampie vetrate.

Infine, raccomandiamo di vedere Étretat, una delle stazioni balneari più rinomate di Francia per le belle spiagge ghiaiose, ma soprattutto per le sue falesie di calcare a picco sul mare, che includono un famoso arco naturale. Queste scogliere hanno attratto in passato molti artisti, tra cui i pittori Eugène Boudin, Gustave Courbet e Claude Monet che le hanno dipinte in celeberrime opere – ma anche scrittori come Maurice Leblanc (che vi ha ambientato un racconto del suo personaggio più famoso, il ladro gentiluomo Arsenio Lupin), Gustave Flaubert e Guy de Maupassant.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009