I tesori delle chiese di Roma – tutti da scoprire

Di , scritto il 10 Dicembre 2013

Santa Maria del PrioratoForse è cosa ovvia dire che Roma ha da offrire una strabiliante quantità di edifici religiosi. Alcuni di questi sono celeberrimi e visitati da milioni di turisti ogni anno: pensiamo ovviamente alla Basilica di San Pietro in Vaticano, oppure a Santa Maria della Vittoria, che contiene grandi capolavori del Bernini, alla chiesa di San Clemente, alla Basilica di Santa Pudenziana – per citarne solo alcune. Non sono pochi coloro che optano per un itinerario volto a toccare i capolavori lasciati da Caravaggio nelle chiese romane nel periodo a cavallo tra Cinquecento e Seicento: due tappe assolutamente obbligate a questo proposito sono San Luigi dei Francesi (precisamente la Cappella Contarelli) e poi la Cappella Cerasi in Santa Maria del Popolo.

Ma sono sicuramente più numerose le chiese poco conosciute che meriterebbero maggiore interesse da parte di pellegrini e appassionati d’arte, perché ogni angolo della Capitale nasconde tesori della spiritualità e della cultura cristiana – ancorché raramente posti sotto i riflettori. Per fortuna esistono anche dei veri benefattori dell’umanità che tentano di fare conoscere questi tesori nascosti al grande pubblico. Ad esempio, il portale Arte.it, dedicato alla mappatura dell’arte nel nostro Paese, ha dedicato un’intera sezione alla catalogazione delle chiese di Roma. La banca dati che ne è nata è molto curata e utilissima: ogni edificio è georeferenziato e descritto in un’apposita scheda munita di fotografie, indirizzo, eventuale sito web o recapito telefonico dei custodi, indicazione degli orari di apertura, durata media di una visita e poi importantissime indicazioni stradali per raggiungere la chiesa con i mezzi di trasporto pubblico. E’ anche possibile operare in senso inverso, ovvero: cliccare su una cartina interattiva il quartiere della città in cui ci si trova e scoprire quali chiese sono in esso visitabili.

Da dove consigliamo di partire in questa scoperta di gioielli poco noti? Da Santa Maria del Priorato, una chiesa tuttora appartenente all’ordine dei Cavalieri di Malta, che si trova nel lussureggiante parco della Villa Magistrale (nella foto), sull’Aventino, da cui si gode di una vista stupenda sul cuore della Città. La chiesa, la cui costruzione originale risale al X secolo, fu ristrutturata e decorata con elegantissimi stucchi dal grande Giambattista Piranesi. Esternamente si presenta con forme che evocano da vicino quelle di un tempio dell’antica Roma, ma all’interno è barocca nelle linee e controriformista nei contenuti. Vedrete quanto vi stupirà questa visita.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009