Itinerario nella valle del Reno, da Bingen a Coblenza

Di , scritto il 10 Maggio 2016

Il Reno a CoblenzaLa Valle Media del Reno o Gola del Reno è un tratto di una sessantina di chilometri lungo il corso del celebre fiume in Germania. Per la straordinaria combinazione di elementi geologici, storici, culturali e industriali il luogo è stato annoverato nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. La Valle Media del Reno è delimitata a sud dalla città di Bingen, situata sulla riva sinistra del fiume e da Rüdesheim posta sulla riva destra, mentre a nord dalla città di Coblenza (nella foto). In questo tratto della gola, principalmente terra di vigneti grazie a un clima favorevole, si sono conservati un gran numero di monumenti architettonici, anche perché da millenni la valle è una delle più importanti vie di comunicazione e di scambio culturale fra le regioni del Mediterraneo e l’Europa del nord. Con i villaggi addossati sulle strette sponde, i vigneti terrazzati e i castelli arroccati su alti speroni rocciosi, la valle è un paesaggio estremamente romantico che ha ispirato innumerevoli letterati, pittori e musicisti. Un itinerario all’interno di questo paesaggio deve sicuramente toccare i seguenti centri:
* Bingen am Rhein: la città è situata alla confluenza del fiume Nahe con il Reno, sopra il cosiddetto Binger Loch. Il suo monumento più importante è la Binger Mäuseturm, la “torretta del tributo” perché qui veniva fatto pagare il dazio, in stile neogotico, fu costruita nella prima metà nel XIV secolo, come torre di torre di avvistamento e vigilanza del castello di Ehrenfels.
* Rüdesheim e Bacharach, sono due antichi centri vitivinicoli, il cui aspetto tradizionale è assai ben conservato.
* La celebre Loreley, una delle tante rocce di questa regione che si formarono nel Devoniano e sono costituite principalmente da ardesia, con grande ricchezza di fossili. Il nome della roccia è legata a una figura leggendaria della cultura germanica, a cui il celebre poeta romantico Heinrich Heine dedicò una famosa ballata: Loreley era una bellissima ondina del fiume Reno, che se ne stava seduta sulla sulla cima della roccia, pettinando i suoi capelli d’oro e cantando una melodia che ammaliava i marinai, causando naufragi e sciagure. Un giorno, per vendicare il figlio morto, un nobile inviò i suoi soldati a uccidere la fanciulla. Lei però chiamò il padre in aiuto, che mandò un cavallo di schiuma il quale condusse la ninfa nelle profondità del fiume, da cui ella non fece più ritorno.
* L’ex città imperiale di Boppard, con la fortezza romana meglio conservata della Germania e in una posizione estremamente pittoresca.
* I castelli di Rheinstein, Reichenstein, Marksburg, Rheinfels, Katz e Pfalzgrafenstein, quest’ultimo costruito su un isolotto del fiume.
* E infine Coblenza, situata alla confluenza tra Mosella e Reno.


1 commento su “Itinerario nella valle del Reno, da Bingen a Coblenza”
  1. […] Per la precisione a Cochem, una delle città sicuramente più fotografate della Germania. Siamo nelle vicinanze di Coblenza, nella zona in cui si produce un ottimo Riesling con le uve di un vitigno che cresce sulle alture […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009