L’incanto di Marsa Alam, in Egitto, dove il sole trionfa sempre

Di , scritto il 09 Gennaio 2015

marsa-alam cartinaL’Egitto è uno dei posti più incantevoli del mondo e da sempre un viaggio in quest’area è sinonimo di avventura, grazie a una natura per lunghi tratti ancora incontaminata, al fascino di una storia millenaria raccontata innanzitutto dalle maestose Piramidi, ai panorami creati dal Nilo, dal deserto del Sahara e dalle coste del Mar Rosso. Proprio qui, lungo il Tropico del Cancro, sorge una delle mete che sta rapidamente conquistando i favori di milioni di turisti Marsa Alam.

Tutto contribuisce a lasciare un’impronta indelebile nei ricordi di ogni viaggiatore: il reef, la barriera ricca di coralli e ripide pareti che si tuffano nel blu del mare, con pesci colorati, squali, delfini e tartarughe che vi nuotano intorno; ma anche il deserto che quasi abbraccia la zona, con il suo fascino e le storie di un passato quasi magico, ancora visibile negli accampamenti dei beduini dove partecipare al rituale del tè; e sicuramente anche le mille sfumature del Mar Rosso, le cui acque lambiscono spiagge di sabbia fine e si intrecciano con i colori del Sahara.

Inoltre, per i turisti più esigenti, negli anni sono stati costruiti tanti hotel, resort e lussuosi villaggi a Marsa Alam, in grado di offrire ogni tipo di necessità (da palestre attrezzate a piscine e solarium, da zone relax a mercatini) rispettando però l’ambiente circostante, in cui sono perfettamente integrati, come ad esempio il Gorgonia Beach, che sorge nel pieno del Parco Naturale Protetto di Wadi El Gemal.

Altro fattore importante per il successo è senza dubbio il meteo favorevole: nonostante si trovi a nord della zona tropicale, infatti, è presente ancora un clima caldo del deserto , con temperature più stabili rispetto ad altre località turistiche come ad esempio Hurghada e Sharm el Sheikh. Questo significa che a Marsa Alam non piove quasi mai e solo raramente l’orizzonte e il cielo si macchiano di nubi, evento estremamente raro in estate e ristretto solo a pochi e occasionali giorni occasionali in inverno, con una copertura nuvolosa che comunque lascia filtrare la luce del sole. Di solito le piogge sono circoscritte a uno o due giorni all’anno, e si tratta di fenomeni spesso molto leggeri e di breve durata, di tanto in tanto, però, ci sono rovesci più pesanti, che durano anche più di un’ora e possono portare notevoli disagi per le strade costiere e i trasporti, ma si tratta di episodi temporanei e rari. Le estati sono generalmente calde, ma temperate dalla brezza marina, mentre sono più secchi i giorni della fine di giugno, quando il sole è quasi direttamente a picco sulla zona; invece i periodi del tardo autunno, gli inizi della primavera e l’inverno fanno registrare temperature ideali per le vacanze, con il Mar Rosso che è mediamente caldo tutto l’anno, con punte che oscillano tra i 22 e i 29 gradi centigradi.

Marsa alam spiaggiaNel dettaglio, le temperature medie massime del mese di gennaio, quello tradizionalmente più freddo, variano dai 22 ai 25 °C, mentre ad agosto si sale verso dai 33 fino ai 40 °C, mentre le notti (nonostante la ovvia escursione termica) sono sopportabili, seppur fredde, con clima molto più mite rispetto a quello di altre parti d’Egitto. Il picco record di temperatura più alta è stato registrato il 10 maggio 2010, quando il termometro ha raggiunto i 45°, mentre la più bassa, appena 5°, è stata segnata il 3 gennaio 2008.

L’area di Marsa Alam è caratterizzata da venti che possono raggiungere anche alte velocità, specialmente in inverno: nulla di preoccupante (non ci sono tempeste di sabbia!), ma comunque in quei momenti è sconsigliato nuotare in mare. Questi venti tuttavia consentono anche un leggero raffreddamento e, quindi, temperature più sopportabili rispetto all’entroterra.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009