Kernav?: mèta consigliata per chi visita la Lituania

Di , scritto il 05 Marzo 2014

KernaveDopo aver visitato Vilnius, chi si trova in Lituania e ne ha la possibilità, dovrebbe sicuramente fare un salto nella cittadina di Kernav?, che dalla capitale dista appena 35 chilometri. E’ un’antica città dall’aspetto medievale famosa soprattutto per il sito archeologico risalente all’VIII millennio a.C., così importante da aprirle le porte all’inserimento nel Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. L’importanza di questo sito, nel quale sono state rinvenute testimonianze di insediamenti umani di ben 10.000 anni fa, sta nel fatto di fornire informazioni sulla vita degli abitanti dei paesi baltici a partire dal paleolitico. La zona si estende su quasi 20 ettari e abbraccia un complesso di elementi tra cui la città stessa di Kernave, le fortificazioni, gli insediamenti non fortificati e le tombe. Dalle testimonianze archeologiche è possibile ricostruire con precisione l’incontro tra la tradizione sepolcrale pagana e quella cristiana. Sono rimaste anche tracce di antiche attività agricole in questa che è la valle del fiume Neris e i resti di cinque affascinanti fortezze poste sulle sommità delle colline, che appartenevano a un esteso sistema difensivo.

Altra tappa importante nella storia della città fu molto più avanti, nel XIII secolo quando divenne una sede dell’Ordine Teutonico. Nel 1390, però, i suddetti cavalieri bruciarono la città, le fortificazioni e il castello. Tutto fu però ricostruito nei secoli successivi: nuovo simbolo della città è la chiesa in stile neogotico che vedete nella foto, risalente al 1920, che sorge accanto alle fondazioni del vecchio edificio di culto.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009