Dove rilassarsi a Madrid? 5 interessanti proposte

Di , scritto il 04 Marzo 2020
Madrid

Chi ha detto che un soggiorno nella capitale spagnola debba essere soltanto ricordato per la movida, le tapas, le copas de vino, la musica e i balli sfrenati?

Certo, l’atmosfera improntata al divertimento è forse l’aspetto che più di tutti ha reso celebre nel mondo questa città così tanto amata dai. Ma può anche essere che i visitatori di Madrid non siano o non si sentano più giovanissimi oppure semplicemente che dopo varie giornate e nottate travolgenti (la vita madrilena non di rado stordisce, come la parlata rapidissima dei suoi cittadini!) vogliano prendersi una pausa e trascorrere una giornata all’insegna della tranquillità e del silenzio.

Del resto, una vacanza non dovrebbe servire anche a questo? E allora noi vi elenchiamo cinque possibilità di scelta in questa capitale europea dalle mille sfaccettature.

Una visita a un museo

Come ci ricorda in questo suo recente post il magazine online Explore di Expedia in un interessante articolo pubblicato di recente, Madrid racchiude un patrimonio culturale ed artistico unico nel suo genere.

Tra i musei assolutamente imperdibili ne cita giustamente sette: il più famoso in assoluto è il Museo del Prado (dove sono custodite molte celeberrime tele di grandi artisti come El Greco, Goya, Velazquez e Caravaggio).

Ma non sono certo da meno anche il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía (qui dovete recarvi per ammirare opere come il Guernica di Picasso), e poi il Thyssen-Bornemisza (una collezione di oltre 800 quadri appartenenti a vari correnti artistiche), il CaixaForum (che ospita mostre temporanee di arte di ogni epoca), e poi il Museo Naval (un tuffo nel glorioso passato della Spagna come potenza marittima) e il sempre sorprendente Museo Nacional Ciencias Naturales.

Una mezza giornata nel Parque del Retiro a Madrid

Con i suoi alberi secolari, le fontane, i viali e i monumenti questo vero e proprio polmone della città offre ai visitatori un lungo percorso di aree verdi, sentieri e ponti da percorrere a piedi, in bicicletta o sui pattini. Vi troverete persino un laghetto (nella foto), che può anche essere attraversato noleggiando una barca a remi, in un’atmosfera rarefatta e per molti versi surreale. Il parco è punteggiato da sculture e qua e là si trovano artisti che intrattengono il pubblico con il loro talento musicale, recitativo o pittorico. Gli scorci e le situazioni che si creano all’interno del parco possono essere fonte di grandissima ispirazione per chi ama fissare i ricordi con la sua macchina fotografica.

Qualche ora di relax in una spa

Non lontano dalla Puerta del Sol, una delle piazze più importanti e famose di Madrid, troverete l’Hammam Al Ándalus, un suggestivo edificio in stile mudéjar (lo stesso con cui è stato costruito l’Alcázar di Siviglia, tanto per intenderci).

In questo complesso termale si può scegliere il percorso preferito tra i vari locali a disposizione: il bagno di vapore, la piscina di acqua fredda (18 °C), la vasca con acqua tiepida (36 ºC) e quella di acqua calda (40 ºC).

Naturalmente si può anche optare per un massaggio (da soli o in coppia) o fermarsi per un momento di ristoro nella sala da tè.

Una visita a un quartiere tranquillo

Stiamo pensando a La Latina, un barrio in cui si trovano angoli ombreggiati, giardini seminascosti e piazzole ed il famoso mercato delle pulci del Rastro.

La Latina confina poi con la parte più antica della città della città, chiamata la Madrid de los Austrias, dove ci si addentra in un labirinto affascinante di vicoli che si diramano in ogni direzione. Tra negozi vecchi di almeno un secolo, botteghe artigiane, suggestive chiese barocche e silenziosi monasteri.

Una serata in un ristorante tradizionale di Madrid

Tenendo presente che in Spagna raramente si cena prima delle 22, al turista si offrono due possibilità: entrare in un locale “ad alto inquinamento acustico” dove si possono mangiare piatti tipici come paella e i calamari fritti, patatas bravas, croccanti bocadillos (panini), tortillas o dei churros spolverati di zucchero a velo…, oppure optare per un locale d’atmosfera in cui provare le migliori specialità locali.

Ne abbiamo già parlato diffusamente nel nostro blog in questo articolo intitolato Guida ai ristoranti tradizionali a Madrid. Se un ristorante vi sembra troppo impegnativo, allora scegliete di passare almeno qualche ora nel Caffè Gijon, frequentato ai suoi tempi dal grande poeta e drammaturgo Federico García Lorca, e ancora oggi molto amato da letterati e intellettuali.

Foto di Tizianok – Photoshot taken by Tizianok, CC BY-SA 3.0, Collegamento
Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009