Itinerario negli USA con tappa in 5 dei più suggestivi parchi naturali

Di , scritto il 02 Luglio 2019
parchi naturali

Oggi vi portiamo con noi alla scoperta di paesaggi mozzafiato, un viaggio negli Stati Uniti all’insegna della scoperta della natura, che ci permetterà di toccare alcuni dei luoghi incontaminati più suggestivi d’America. Toccheremo infatti 5 dei ben 32 parchi nazionali del Paese, percorrendo un itinerario da nord est a sudovest. Un itinerario da sogno, da regalarsi per un’occasione speciale, di quelle che nella vita non si ripetono. Magari chiedendo un piccolo finanziamento a una società di prestiti personali.

Partiamo dall’Acadia National Park, situato nello stato del Maine sull’isola Mount Desert: è considerato un paradiso per gli amanti della fotografia, con le sue sconfinate aree di foreste verdissime, laghi e montagne che in alcuni punti sprofondano nell’oceano. L’Acadia è un luogo ideale anche per chi ama il campeggio (nonostante la latitudine alcune strutture sono aperte tutto l’anno).

Restiamo a est, ma ci spostiamo verso sud nel cuore del paese, nel Great Smoky Mountains National Park, a cavallo tra gli stati del Tennessee e della Carolina del Nord. Non stupisce che questo parco sia considerato una delle riserve naturali più belle del paese. Deve il nome alle cime montuose perennemente circondate da una foschia grigia. Patrimonio UNESCO e Riserva della Biosfera, è un territorio in cui convivono migliaia di specie vegetali endemiche e oltre 60 specie di mammiferi, tra cui soprattutto orsi, cervi e wapiti (una sottospecie di cervo nobile diffusa in Nordamerica e nell’Asia nordorientale). Tra i principali punti di interesse segnaliamo il Cades Cove Loop, una vallata ricca di edifici storici (granai, chiese, mulini) e due cascate molto suggestive: le Grotto Falls e le Rainbow Falls.

Per la terza tappa del viaggio ci spostiamo più a Nord, nel cuore delle Montagne Rocciose (tra Wyoming, Montana e Idaho) nel celeberrimo parco di Yellowstone. Novemila chilometri quadrati e tutto un susseguirsi di pianure, immense foreste di conifere, fiumi, cascate e i famosi geyser: il più famoso di questi si chiama Old Faithful (nella foto) e alza getti alti fino a 50 metri di altezza a intervalli di circa un’ora. Per godersi pienamente il parco servono almeno due giorni: così ci sarà anche il tempo di pescare, affittare una canoa e fare passeggiate a cavallo.

Visitare la Monument Valley (tra Utah e Arizona) susciterà impressioni di déjà vu: questa è infatti stata l’ambientazione di moltissimi film western e accoglie le montagne rosse più spettacolari del globo, trasformate dall’azione della natura in figure che si stagliano in un paesaggio quasi desertico. La Monument Valley è percorribile in auto in circa 90 minuti (sono 25 chilometri di strada), ma consigliamo di programmare varie soste presso i tanti punti panoramici sparsi lungo il percorso.

La nostra ultima tappa sarà il Grand Canyon, situato nel nord dell’Arizona. Uno spettacolo fantastico formatosi per lo stupefacente lavoro di erosione del fiume Colorado. Il parco nazionale si estende per circa 5000 chilometri e il canyon è lungo quasi 500 chilometri e largo fino a 25. Il fiume divide il parco in due zone: la più accessibile per i turisti è la South Rim: in essa sono organizzate la maggior parte delle escursioni e vi sono più punti panoramici. La North Rim è meno frequentata, ma secondo gli “esperti” è più suggestiva.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009