Bolotana: un angolo incantato nella terra dei nuraghi

Di , scritto il 24 Maggio 2011

Bolotana è un paesello incastonato tra montagna e collina, ma non molto distante dal mare e dalla splendida Bosa. Un luogo incantevole che offre tratti arcadici di suggestivo splendore con rimandi a un magico mondo – non sempre è visibile agli occhi dei più. Sono sufficienti dieci minuti di strada da percorrere anche a piedi per trovarsi proiettati in una dimensione parallela ove si scorgono ancora le opere degli avi e ci s’immerge in un’atmosfera quasi onirica.

Sostando accanto ai muretti in pietra che costeggiano le stradine di campagna sembra di sentire il vociar lieto dell’umanità intenta alla quotidiana fatica, uomini che hanno modellato un paesaggio che ancora mostra il deferente incontro con la natura aspra e selvaggia. Il rapporto degli antenati con la terra nutrice traspare forte nella composizione di quei fertili lembi magistralmente accuditi, nei sentieri che si inerpicano alti, formando una trama complessa e nel contempo sapientemente collocata a mitigar dei nativi il duro lavoro.
L’intreccio esistenziale tra uomo e natura, negli adempimenti degli antichi, consegna trascorsi remoti consumati in ossequio ad una terra la cui sacralità era oggetto di un culto particolarmente diffuso e sentito, come si avverte mirando le magnifiche distese ove l’agire dell’uomo straordinariamente si adatta alla composizione del paesaggio, trasformandone le opere in frammenti d’umanità che ingentiliscono un territorio dal fascino squisitamente selvaggio.
Cogliere la straordinaria spiritualità e l’atavica energia sprigionate in questo magico posto è il modo migliore per onorare gli antenati e la munificenza che li ha nutriti, questa terra infatti, se degnamente accudita, ripaga i propri figli con un riempimento spirituale che consente la realizzazione di splendidi compimenti dell’ingegno, seppur talvolta paiono incomprensibili agli occhi di chi mal s’accosta al misticismo del posto in cui dimora.

I figli di questa terra a essa si porgono in deferenza, udendone la voce ed ascoltandone il lamento, nella continuità di un filo inscindibile che comporta un legame forte ai loro avi, alle loro conoscenze ed alla spiritualità che da millenni riempie ogni anfratto di questo magnifico posto, alla spiritualità che da sempre aleggia nella terra dei nuraghi.

Mariano


1 commento su “Bolotana: un angolo incantato nella terra dei nuraghi”
  1. […] dolci colline di Mamoiada, un paese della Barbagia non lontano da Nuoro e da Bolotana, è coltivato il vitigno del Cannonau. Come in tante altre zone della Sardegna, certo, però in […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009