Villa Torretta a Milano, uno spettacolare restauro

Di , scritto il 31 Marzo 2011

Posta poco oltre il confine nord-est di Milano, all’estremo margine del comune di Sesto San Giovanni, Villa Torretta è una prestigiosa residenza suburbana, riedificata in epoca barocca nell’area di una precedente costruzione di epoca medievale.

Committente di tale trasformazione fu Delia Spinola Anguissola, figlia di un genovese uomo di fiducia del ricco banchiere Tommaso Marino. Ed è alla sua famiglia che passò la villa alla morte di Delia. Per via ereditaria, dai Marino la proprietà passa ai d’Este, ai Serbelloni, ai Busca Arconati Visconti.

Il contesto in cui sorge è oggi fittamente urbanizzato, nelle vicinanze dei complessi industriali Breda e Pirelli e vicino alla zona Bicocca e al Teatro degli Arcimboldi. Dopo un lungo periodo di abbandono e una grave decadenza vissuti a partire dagli anni Sessanta, è stata poi recuperata con un attento restauro che l’ha riportata all’antico splendore. Oggi è sede dell’omonimo Grand Hotel a quattro stelle.

L’edificio si compone di tre livelli: il pianterreno, con il lato affacciato sul cortile triportico costituisce l’ elemento più importante dal punto di vista architettonico. Il complesso comprende anche una cappella privata dedicata a Santa Margherita, eretta a inizio Seicento con preziosi affreschi della scuola dei Procaccini.

Sotto i numerosi strati di calce sono apparsi splendidi affreschi (circa 170 metri quadri di pitture murali), dimenticati per oltre mezzo secolo, di grande qualità e in gran parte coevi all’edificio: l’iconografia è varia e comprende vedute di paesaggi, finte architetture che si aprono su cieli rosati e impianti decorativi che simulano particolari interni.

Altrettanto importanti sono le grottesche rinvenute al primo piano nobile, che ricordano le decorazioni di alcune ville della provincia milanese come quella di Lainate. Lo studio di questo ciclo pittorico ha portato a ipotizzare che dietro la sua esecuzione ci siano le mani di artisti della cerchia dei Procaccini o dello stesso Carlo Antonio, fratello dei più famosi Camillo e Giulio Cesare.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009