Marche: i paesi della valle del Misa

Di , scritto il 30 Agosto 2011

Il fiume Misa è caratterizzato da un percorso pressoché rettilineo che parte dalla riviera adriatica, nei pressi di Senigallia e raggiunge nell’entroterra la città di Arcevia. Sui due versanti della valle sorgono alcuni centri di interesse artistico o ambientale come Ostra Vetere, Ostra, Barbara, Serra de’ Conti.

Ostra Vetere è posta sopra un colle della dorsale tra la valle del Misa e quella del fiume Nevola, suo unico affluente importante; caratteristico è il suo impianto urbanistico, realizzato a terrazze collegate da strade a scalinata. A dominare il paese sono la cupola e il campanile della chiesa di S. Maria di Piazza. Nota è anche la chiesa dei Minori, che conserva al suo interno una tela di Claudio Ridolfi con la Madonna con il Crocifisso e santi.

Ostra si trova in una posizione panoramica che domina la valle. In gran parte conserva ancora le mura dei secoli XIV e XV, rafforzate da torri, che donano al paese un impronta medievale. Suggestivi sono il Santuario della Madonna della Rosa, eretto tra il 1748 e il 1754, e la settecentesca chiesa di S. Filippo, al cui interno è conservata una tela di Claudio Ridolfi. Poi la parrocchiale di S. Francesco, eretta a metà del XIV secolo e trasformata tra Cinquecento e Seicento; l’interno si presenta a navata unica.

Barbara prende il nome dalla patrona Santa Barbara. Degna di nota è la parrocchiale di Santa Maria Assunta, eretta nel 1768 e che conserva al suo interno opere notevoli come la Madonna con quattro santi e anime purganti del Pomarancio, e il castello trecentesco.

Serra de’ Conti sorge sul versante destro della valle del Misa e conserva quasi interamente la cinta muraria originale. Prima feudo imperiale e soccessivamente libero Comune, vanta numerosi edifici di interesse storico risalenti al XVI secolo e all’epoca barocca, oltre al Museo delle Arti Monastiche.

Ma la cittadina di maggiore interesse tra quelle citate è sicuramente Arcevia, piccolo centro d’arte situato in una felice posizione, elevata tra il verde della campagna marchigiana. Circondata da mura, vanta una splendida vista a ovest verso il monte Catria e il San Vicino, e a est fino all’Adriatico Centro importante sin dal Medioevo; e conserva ancora la sua antica struttura urbanistica. Tra le principali strutture di interesse storico-artistico di Arcevia troviamo la collegiata di San Medardo, il giardino Leopardi, Piazza Garibaldi e il Centro Culturale S. Francesco.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009