La riserva di Punta Campanella

Di , scritto il 30 Aprile 2010

Punta Campanella è un piccolo lembo di paradiso che abbraccia un’area molto vasta: 33 chilometri di costa da Vico Equense, nel golfo di Sorrento, a Positano, in quello di Salerno. Oltre 1000 ettari di lussureggianti promontori alternati a invitanti insenature e variopinte cale create dal mare o da fenomeni erosivi, falesie a picco e pareti dolcemente verdi.

Il parco marino di Punta Campanella, dal 1997 è area marina protetta, istituita per la salvaguardia e il ripopolamento dei fondali. Qui è vietata ogni tipo di navigazione, se non quelle preventivamente autorizzate dall’ente gestore del parco. Senza autorizzazione non è possibile effettuare le immersioni subacquee o pescare. Chi ha il permesso di immergersi, seguendo percorsi prefissati all’interno dell’area, può trovarvi ricci, stelle di mare, cavallucci marini e una varietà infinita di pesci.

Per chi ama i percorsi via terra, è possibile arrivare alla costa percorrendo ripidi sentieri circondati da una fitta vegetazione.

A circa 50 chilometri da Napoli, a poca distanza dall’isola di Capri, subito prima di arrivare nell’incantevole Positano, questo è uno dei tratti più belli della costa italiana: paesi e piccoli borghi si affacciano sulle sue acque verdi e blu.

Famosa la baia di Ieranto: un paesaggio unico per la sua bellezza. I suoi fondali sono ricchi di reperti archeologici;  il mare ha infatti restituito marmi, anfore e pezzi di antiche ville: i nostri augusti progenitori sapevano ben scegliere dove passare le vacanze.

 

Foto della Punta Campanella

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009