La Stelling e i canali: i patrimoni UNESCO ad Amsterdam

Di , scritto il 28 Ottobre 2013

Amsterdam vista dall altoLa capitale olandese è una città di dimensioni tutto sommato contenute, ma ricchissima di attrattive di vario tipo per i turisti di ogni età. Non è un caso che la maggiore città dei Paesi Bassi sia stata doppiamente inclusa dall’UNESCO nel Patrimonio dell’Umanità. La prima volta nel 1996 e la seconda nel 2010, rispettivamente per le fortificazioni e i canali della città.

La Linea di Difesa di Amsterdam (che in olandese si chiama Stelling van Amsterdam) è una cintura difensiva di 135 chilometri che la racchiude completamente, dotata di una quarantina forti e di sofisticati sistemi di allagamento. Sostanzialmente si tratta di un sistema di chiuse e canali, la cui costruzione (iniziata nel 1883 e terminata nel 1920) mirava a usare la forza dell’acqua per difendere la città da eventuali attacchi nemici. Tutto questo poteva avvenire mediante un apposito allagamento dei terreni che li rendeva impraticabili dalle truppe di terra ma non sufficientemente profondi da essere navigati, e che quindi costituiva un modo geniale per rendere inespugnabile la città. Anche gli edifici che si trovavano nelle vicinanze della linea dovevano essere edificati in legno, in maniera da poter essere arsi in caso di necessità. Ovviamente, questo sistema difensivo perse la sua efficacia con l’avvento dei carri armati e dell’aeronautica militare, ma si tratta pur sempre di un’importante testimonianza storico-culturale. I forti sono aperti al pubblico e sicuramente vale la pena di munirsi di bicicletta e visitarne almeno qualcuno.

Il secondo presidio UNESCO è costituito dai Canali di Amsterdam, ovvero dalla fitta rete di vie navigabili (che in olandese si chiamano grachten) che in totale percorrono oltre 100 chilometri, con una novantina di isole e ben 1500 ponti. I canali più importanti si chiamano Herengracht, Prinsengracht, Singelgracht e Keizersgracht e la loro escavazione risale al XVII secolo, il periodo di maggior gloria nella storia dei Paesi Bassi. Per chiunque visita Amsterdam, è praticamente d’obbligo godersi una lunga crociera sui canali della città per averne una visione d’insieme, assaporarne le atmosfere e i gioielli architettonici e fare tappa nei luoghi più suggestivi. Lungo i geometrici canali si trovano infatti migliaia di edifici monumentali, due straordinari musei (Museo di Van Gogh e Rijksmuseum), la casa di Anna Frank, alcuni dei più importanti hotel di Amsterdam, suggestivi mercatini e locali interessanti, dove si potranno gustare aringhe e patatine fritte annaffiate da una delle migliori birre del mondo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009