Otranto delle meraviglie: un gioiello della penisola salentina

Di , scritto il 26 Novembre 2018

I tuoi amici ti di hanno parlato e riparlato del Salento, ma non ci sei mai stato e credi che sia giunta l’ora di ascoltarli e di buttarti in questa nuova esperienza? La prima cosa che devi fare è decidere dove andare di preciso, in quanto tale tratto della Puglia è estremamente vasto e per evitare dispersioni che potrebbero rovinare la vacanza, è meglio avere le idee chiare fin da subito. Le possibilità sono davvero tante e tutte meravigliose.

Tuttavia, se è la tua prima esperienza nella penisola salentina, potrebbe essere interessante visitare o includere nell’itinerario Otranto. Perché? Semplicemente perché tale località ha davvero tutto da offrire, sia per quanto riguarda le spiagge, il mare, la gastronomia, le testimonianze storico-artistiche, i servizi e le strutture ricettive offerte. Ad esempio, vuoi cercare Otranto case vacanze? Ti accorgerai che le proposte a disposizione sono davvero tante e tutte vantaggiose, soprattutto per quanto riguarda il prezzo.

Otranto: uno dei borghi più belli d’Italia

Otranto è un comune davvero affascinante, che attrae ogni anno numerosi turisti, prima di tutto per la sua incredibile posizione. Infatti, si trova proprio sul tacco dello stivale ed è la cittadina più ad est di tutta la Penisola, per tanto è la prima da cui è possibile scorgere l’alba con i suoi incantevoli colori. Già solo per questo potrebbe effettivamente valerne la pena.

Tuttavia, bisogna sottolineare che il borgo è davvero incantevole anche perché è caratterizzato da una commistione di stili, che contribuiscono allo sviluppo di centro unico ed inimitabile, tutto da scoprire. Ogni angolo, infatti, si presta ad essere ammirato, in quanto può presentare elementi romani, bizantini, aragonesi e via dicendo.

Non a caso, Otranto è stata inserita  tra i Borghi più Belli d’Italia. Tuttavia, non bisogna dimenticare gli artigiani, che con la loro incredibile arte, contribuiscono a rendere davvero speciale tale luogo. Le proposte a disposizione sono davvero tante: dai sandali fatti a mano, ai prodotti in terracotta, pensati per la preparazione delle frise.

Gastronomia salentina: tutto il piacere di degustare piatti genuini e gustosi

Andare ad Otranto, tuttavia, significa anche poter degustare la cucina salentina, che è rinomata in tutto il mondo per i suoi piatti prelibati e carichi di tradizioni passate, che continuano a rivivere grazie alla gastronomia locale.

Ma che cosa si può mangiare ad Otranto e dintorni? Il cibo da queste parti è una vera e propria istituzione, per tanto è possibile assaporare incredibili pietanze fin dalla colazione, magari provando un pasticciotto: un gioiello di pasta frolla cotta al forno e ripieno di crema pasticcera.

Attualmente è possibile degustare anche una serie di favolose varianti. Tuttavia, nel Salento è molto sentita anche la cultura del caffè, per tanto, oltre che in purezza, è possibile provare anche il caffè in ghiaccio: una vera prelibatezza. Per quanto riguarda il pranzo e la cena, che dire? C’è l’imbarazzo della scelta, a cominciare dagli antipasti, dove dominano le pittule ed i panzerotti.

Tra i primi piatti, solo per citarne alcuni, orecchiette e minchiareddhi, ciciri e tria e la Taieddhra. Per quanto riguarda i secondi, invece, interessanti sono i Turcinieddhi e u purpu alla pignata. E per chi ama il vino? Niente paura, anche qui la scelta è ampia: Primitivo, Negramaro, Aleatico di Puglia DOC, Malvasia e chi più ne ha più ne metta.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009