Volendam e Edam, ovvero l’Olanda più autentica e ospitale

Di , scritto il 23 Marzo 2011

Difficile immaginare due paesini più tranquilli e beati di Volendam e Edam; i loro centri urbani distano tra loro soltanto tre chilometri e insieme formano un unico comune nella provincia dell’Olanda settentrionale, non distante da Amsterdam.

Due cittadine molto pittoresche dove la vita scorre tranquilla, ma dove non mancano le ‘attrazioni’ per i turisti: le tipiche case, le numerose chiese, i ponti levatoi, i negozi di souvenir, le gioiellerie ecc. E, come dovunque in Olanda, anche qui gli italiani sono molto benvenuti e apprezzati. Oltre che in hotel, per pernottare si può anche affittare una camera nelle case dei privati: un modo eccellente per conoscere meglio usi e costumi locali. E poi girare in bici, tanto le piste ciclabili sono eccezionali ed è addirittura presente una segnaletica speciale per i ciclisti, con indicazioni dei chilometri necessari per raggiungere un determinato luogo utilizzando le piste.

Volendam (qui sopra e in alto) è soprattutto un paese di pescatori. Infatti, non si può andarsene da qui senza aver provato l’anguilla affumicata. Da vedere anche il Museo di Volendam con la Casa del sigaro, dove si possono ammirare collezioni di fascette da sigari, da queste parti un tempo collezionate come i francobolli.

Edam è famosa per lo squisito formaggio omonimo dalla forma rotonda e per il Mercato del formaggio (che vedete qui sopra). In passato formaggi venivano portati qui per nave dai contadini delle regioni circostanti e poi trasportati da speciali addetti ‘porta formaggi’ al mercato per essere venduti ai commercianti.

Nei secoli passati, specie nel XVII secolo, Edam era anche conosciuta come importante centro per la pesca e per i cantieri navali. Oggi è una città con un’architettura risalente al ‘700 conservata benissimo. Camminando lungo le antiche vie e i canali tranquilli, non è difficile immaginare come si svolgeva la vita in Olanda vari secoli fa.
Piazze, ponti e monumenti ben conservati attirano l’attenzione del visitatore.

Splendida la chiesa di San Nicola, una delle più grandi dei Paesi Bassi, che possiede una straordinaria collezione di vetrate del XVII secolo.

Non lontani, il maestoso Municipio con la torre di legno e il Museo Civico di Edam, ovvero la più antica casa di mattoni della città, costruita intorno al 1530 e trasformata in museo alla fine dell’800. I locali interni e l’arredamento sono conservati nello stile originario.

Da queste parti l’abbigliamento tipico olandese viene indossato solo nelle ricorrenze speciali, anche se per fini turistici si può vedere anche qualche ‘pezzo’ indossato quotidianamente, sono soprattutto zoccoli gialli e foulard bianchi e rossi (che comunque i contadini nelle campagne olandesi indossano anche per lavorare). Un bel souvenir per portare a casa un pezzettino di Olanda?

 

 

 

 

 

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009