Vacanze in Sardegna: i consigli per un viaggio indimenticabile

Di , scritto il 22 Maggio 2017

Adesso che arriva l’estate, gli italiani possono finalmente cominciare a pianificare quella vacanza attesa così a lungo, per poter staccare la spina e per ricaricare le energie in vista del ritorno in ufficio o all’università. Questo significa che tanti andranno all’estero, e tanti altri decideranno di rimanere nei dintorni della propria regione. Ma la maggior parte dei turisti deciderà di spostarsi entro i confini dello Stivale, andando alla scoperta di quei luoghi e di quelle spiagge che rappresentano un vanto tutto tricolore conosciuto in tutto il mondo: come ad esempio la Sardegna, una delle mete più preziose del nostro Paese. Vediamo dunque tutti i consigli per un viaggio in Sardegna indimenticabile.

Sardegna: come arrivare e come muoversi?
La Sardegna affascina molti turisti, e comincia a farlo sin da subito, ovvero dal momento del viaggio per raggiungerla: il motivo è dovuto alla presenza dei tanti traghetti che consentono di raggiungere l’isola dai porti della terraferma. Purtroppo non si tratta di un viaggio adatto a tutti, e non il più comodo: chi soffre il mal di mare, o chi vuole arrivare in pochissimo tempo, può approfittare dell’aereo e di compagnie come Mistral Air, sul cui sito si possono trovare numerosi voli per Cagliari e Olbia. Ma come muoversi, una volta giunti sull’isola? Per le lunghe distanze potreste optare per il servizio ferroviario sardo, ma per evitare qualsiasi ritardo o inconveniente, il consiglio è di noleggiare un’auto una volta giunti a destinazione. Il servizio di bus locale, infatti, è tutt’altro che ineccepibile.

Cosa vedere e cosa fare in Sardegna?
L’isola offre spiagge meravigliose e note in tutto il mondo, come ad esempio Cala Mariolu, Cala Spinosa, Cala Coticcio, La Pelosa e Tuerredda. Ma la Sardegna non è solo spiagge, in quanto ospita alcuni luoghi incantati che vale assolutamente la pena visitare: parliamo, fra i tanti, dei nuraghi, del villaggio di Tiscali e della strepitosa grotta di Ispinigoli a Dorgali. Ma le perle della Sardegna non si esauriscono qui: meritano di essere visitati anche luoghi come il villaggio nuragico di Su Nuraxi, il verdissimo Parco della Giara, Nora e la Grotta di Nettuno. Di luoghi magici, insomma, ne troverete a bizzeffe.

Cosa mangiare in Sardegna?
La Sardegna è nota anche per le prelibatezze culinarie della sua tradizione, che ancora oggi rappresentano uno dei tanti motivi che rendono l’isola così amata dai turisti italiani e stranieri. Ma quali sono piatti tipici sardi che non potrete fare a meno di gustare, questa estate? Innanzitutto i malloreddus e la fregola, due specialità a base di pasta uniche ed inimitabili. Se vi piace il pesce, invece, il consiglio è di provare la bottarga. Infine, concentratevi sul pecorino sardo e completate la vostra cena con la seadas: una pasta sfoglia ripiena di formaggio e miele.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009