Quale tipo di passaporto per entrare negli Stati Uniti?

Di , scritto il 20 Gennaio 2020
passaporto

Avete in programma una vacanza negli USA? Allora sappiate per tempo che dovrete avere un passaporto elettronico in corso di validità e l’ESTA (Electronic System for Travel Authorization), entrambi richiesti dal governo americano per poter entrare negli Stati Uniti.

Passaporto per USA

Le regole sulla data di scadenza del passaporto per gli Stati Uniti sono una delle preoccupazioni principali quando si viaggia in questo paese.

In generale, il passaporto elettronico per entrare negli USA deve essere valido per almeno 6 mesi prima della scadenza. Tuttavia, per alcuni stati, inclusa l’Italia, questa regola non vale ed è necessario avere un passaporto elettronico in corso di validità almeno per il periodo di permanenza in USA. In questo caso la data di validità del passaporto deve essere almeno uguale alla data del ritorno previsto dagli Stati Uniti.

Se il vostro passaporto scade durante il vostro soggiorno negli Stati Uniti, dovrete rinnovarlo o farne uno nuovo in un’ambasciata o in un consolato italiano in USA. Meglio in ogni caso partire con un passaporto che non scada durante la vostra vacanza.

Hai bisogno di un passaporto biometrico per viaggiare negli Stati Uniti?

È molto importante ricordare che tutti i viaggiatori che rientrano nell’ambito del programma di esenzione dal visto degli Stati Uniti (Visa Waiver Program) devono ottenere un passaporto elettronico dotato di chip biometrico, in quanto i tradizionali passaporti leggibili automaticamente non saranno accettati.

Se si posseggono due passaporti, in quanto si hanno due cittadinanze, meglio informarsi prima con le autorità locali di competenza per evitare problemi.

Clicca sul link per altre informazioni sul passaporto per USA.

ESTA

I cittadini italiani possono entrare negli USA aderendo al programma di esenzione dal visto (Visa Waiver Program) e richiedendo semplicemente l’ESTA, un’autorizzazione elettronica al viaggio per turismo, affari, transito, visite mediche e brevi soggiorni per un massimo di 90 giorni.

L’Italia è stata aggiunta al Visa Waiver Program nel 1989 e l’ESTA è stata istituita nel 2009 per far fronte alle minacce terroristiche e dunque per implementare un controllo preliminare dei viaggiatori prima del loro arrivo negli Stati Uniti.

I cittadini italiani devono presentare domanda online per l’ESTA almeno 72 ore prima della partenza.

È richiesta una domanda ESTA separata per tutti i passeggeri, che siano neonati, bambini, adolescenti o adulti.

Essere in possesso dell’ESTA non garantisce l’ingresso negli USA.

L’ESTA è associato al passaporto elettronico.

Quindi ricordate che dovete anche prestare attenzione alla data di validità ESTA e non solo a quella del passaporto.

Nello stesso tempo l’ESTA non sarà più valida dopo la data di scadenza del passaporto, successivamente alla quale sarà necessario ottenere una nuova ESTA.

Infine, nel caso in cui un cittadino italiano sia negato o non idoneo per l’ESTA o desideri visitare gli Stati Uniti per più di 90 giorni o per scopi di viaggio diversi da quelli consentiti dall’ESTA, il titolare del passaporto italiano dovrebbe richiedere il Visto USA.

Un richiedente Visto USA dovrà presentare un modulo di domanda più completo, chiamato DS-160 e partecipare a un colloquio presso un consolato o un’ambasciata degli Stati Uniti. Inoltre, a seconda del tipo di visto, prima di entrare nel Paese potrebbe essere necessario preparare ulteriori documenti per dimostrare l’autenticità dei piani di viaggio e degli scopi degli Stati Uniti.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009