Vacanze in Sardegna con bambini al seguito: come organizzarsi al meglio?

Di , scritto il 19 Febbraio 2019
vacanze con bambini

Organizzare una vacanza con dei bambini piccoli al seguito non è semplice, poiché è necessario tenere conto di alcuni aspetti che, normalmente, non riguardano gli adulti. Tuttavia, non bisogna scoraggiarsi, in quanto basta trovare la meta giusta e seguire alcuni semplici consigli. Per quanto riguarda la destinazione, da prendere in considerazione è la Sardegna: una delle isole più suggestive del Mediterraneo, che da sempre affascina tutti coloro che la visitano.

Temi che sia troppo complicato? Non preoccuparti, perché è più facile di quello che sembra. La prima cosa da fare è scegliere il periodo in cui effettuare il viaggio. La Sardegna è bella in qualunque stagione, tuttavia, nei mesi caldi è in grado di trasmettere al meglio la propria essenza, soprattutto grazie alla natura che si risveglia e che rende tutto più magico. Per evitare l’alta stagione ed i periodi di maggiore affluenza turistica, che possono essere poco graditi ai più piccoli, si consiglia di optare per i primi giorni di giugno o di settembre, che sono in grado di regalare giornate meravigliose e tranquille.

Raggiungere l’isola senza stress

Uno degli aspetti più problematici per chi desidera andare in viaggio con dei bambini piccoli, sono gli spostamenti, in quanto possono causare stress e stanchezza. Per arrivare in Sardegna le possibilità sono limitare, in quanto la scelta è tra aereo o traghetto.

Tuttavia, è importante sottolineare che, nel primo caso, le lunghe attese per l’imbarco non sono certamente il modo migliore per iniziare una vacanza, in quanto rendono i bambini irritabili. Le navi veloci, invece, sono l’ideale, poiché consentono di alloggiare in una cabina durante la traversata, ma soprattutto mettono a disposizione tanti servizi ed aree specifiche dove i più piccoli possono giocare e divertirsi.

Inoltre, il fatto di spostarsi sull’acqua è già di per sé un’incredibile attrazione per i bambini. La maggior parte, infatti, contempla il mare per quasi tutta la durata del viaggio, senza annoiarsi. L’importante è prenotare un traghetto per la Sardegna per tempo, in modo da poter usufruire di incredibili offerte, che consentono di risparmiare e di avere più denaro da investire in altri aspetti più interessanti della vacanza.

Dove alloggiare e cosa fare una volta in Sardegna

La Sardegna è dotata di numerosi alberghi ed hotel a misura di bambino. Sono sparsi un po’ su tutta l’isola, per tanto non ci sono limitazioni per quanto riguarda l’itinerario di viaggio da scegliere. Tuttavia, particolarmente indicati sono gli appartamenti, in quanto permettono di preservare le abitudini quotidiane, che sono molto importanti per i più piccoli. Da non scartare, poi, sono i campeggi, in quanto esistono soluzioni appositamente pensate per venire in contro alle specifiche esigenze dei bambini.

Ma che cosa fare una volta sull’isola per intrattenere i piccoli esploratori e rendere la loro vacanza indimenticabile? In Sardegna è possibile fare numerose escursioni, che permettono di entrare in contatto con la fauna e la flora locali. Alcune sono appositamente pensate per le famiglie e vengono organizzate da guide competenti e preparate.

Da non perdere, poi, sono le spiagge e le numerose calette, che presentano fondali per lo più bassi, perfetti per la balneazione. Infine, l’isola consente di praticare numerosi sport, anche acquatici, indicati per imparare a conoscere gli abitanti del mare e per trascorrere qualche ora in allegria.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009