Zante, la perla delle isole Ionie

Di , scritto il 17 Dicembre 2010

In questo freddo freddissimo dicembre, l’unica soluzione per provare a scaldarsi è quella di immaginare di stare su una spiaggia meravigliosa, baciati dal sole e con un mare che più calmo e azzurro non ce n’è.

Una descrizione del genere non può che rimandare alla Grecia, paese ricco di arcipelaghi composti da isole da sogno.
Una di queste è Zante (Zàkynthos per i greci) che fa parte delle Isole Ionie e che è meta di milioni di turisti ogni anno, che la raggiungono mediante aereo, nave o autobus.

La stagione estiva inizia a maggio per terminare in ottobre e ciò è possibile grazie al clima mite e tipicamente mediterraneo che favorisce la crescita di una vegetazione rigogliosa e ribelle.

Zante è ricca di spiagge, ognuna diversa dall’altra, con caratteristiche particolari e tutte bagnate da un mare con tonalità di colore che passano dall’azzurro intenso al verde chiaro, con varie specie di piccoli pesci colorati che ne abitano i fondali e che nuotano con i bagnanti senza timore.

Tra le spiagge che non si possono assolutamente perdere troviamo Gerakas, localizzata nella parte più meridionale dell’isola, formata da una lunga lingua di sabbia che termina con un promontorio di argilla che finisce nel mare.

Ciò che, però, caratterizza questa stupenda spiaggia (e l’isola intera) è la presenza di esemplari di Caretta-Caretta, le testuggini in via d’estinzione che scelgono questa spiaggia per la loro riproduzione . Per questo motivo la zona è stata dichiarata zona protetta dal Parco Marino dell’isola.

Tappe obbligatorie per non perdersi gli stupendi scenari mozzafiato sono Porto Limnionas e la scenografica spiaggia di Navagio. Il primo ricorda molto da vicino un fiordo svedese: è molto selvaggio e soprattutto molto piccolo, presenta uno dei fondali più esplorati dagli amanti di snorkeling, con un mare freddo ma cristallino, dove ci si senti quasi sospesi nel cielo che si riflette nelle sue acque, regalando una piacevole sensazione rigenerante. L’unica possibilità di rilassarsi sotto al sole è stendersi sui pochi scogli lisci ed è per questo che è consigliabile arrivare molto presto al mattino e godersi il primo tuffo in acqua.

Il Navagio è invece una spiaggia cui si può accedere solo dal mare. Tra le più belle al mondo, lo dicono tanti. Lì il mare ha diverse tonalità di colore, dall’azzurro dei mari tropicali al blu elettrico. Quest’ultimo tono è dovuto alla presenza di grotte sulfuree che contornano la spiaggia.

Ciò che rende questo luogo speciale e molto visitato è la presenza di un vecchio  mercantile ormai arrugginito che la corrente marina ha portato sulla spiaggia, dando luogo una delle immagini più caratteristiche dell’isola e forse della Grecia stessa.

E’ inoltre possibile vedere la spiaggia da un punto panoramico situato sul promontorio che la sovrasta, dando la possibilità agli appassionati di fotografia di scattare istantanee indimenticabili.

Da buoni turisti, non si deve rinunciare ad ammirare il tramonto dal faro di Keri e neppure a un tour in barca alle Grotte blu, oltre che a un meraviglioso tuffo nell’acqua di Makris Gialos.

L’isola di Zante è molto famosa anche per la vivace movida notturna e per questo è meta soprattutto di moltissimi giovani, attratti dai famosi club e discoteche aperti tutta la notte che costeggiano le lunghissime strade di Kalamaki, Argasi, Tsilivì ed Alykes.

Laganas è sicuramente la zona dell’isola più famosa e frequentata per i suoi locali e discoteche che, con le loro insegne luminose al neon, le decorazioni appariscenti e la musica a tutto volume danno vita a una vera e propria piccola Las Vegas.

Un cenno al cibo greco è dovuto, in quanto avvolgente di sapori, di spezie, di odori… Con il loro gusto per la buona tavola, i greci sono contagiosi e ogni turista rischi di tornare a casa con un paio di chili in più!

Basta, altrimenti riparto subito per Zante! Ma non prima di avervi lasciato l’indicazione di un buon sito per avere altre informazioni: Zante Island.

Marcella Boschi


1 commento su “Zante, la perla delle isole Ionie”
  1. […] Serifos Sifnos Simi Skiathos Skopelos Skorpios Sparti Spetses Spetsopoula Symi Thasos Tinos ZanteSu questa pagina invece, trovate tutte le informazioni su orari e tariffe dei traghetti per la […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009