Kite-travel nel Sud della Sardegna: le destinazioni migliori per volare sull’acqua

Di , scritto il 10 Agosto 2018

kitesurfLa Sardegna è una delle più belle località sul mare sul Mediterraneo e permette anche di trascorrere giornate all’insegna del divertimento praticando il tuo sport preferito, il kitesurfing visto che vanta alcuni dei più begli spot che vi siano. Scegliere quest’isola per fare un viaggio per praticare kite è la cosa migliore, anche se si è accompagnati dalla famiglia, perché mentre tu volerai sull’acqua, gli altri potranno trascorrere il tempo su spiagge da sogno affacciate su un mare cristallino turchese. La Sardegna, insomma, riesce ad accontentare proprio tutti e dà moltissime possibilità anche per quando scenderai dalla tavola da kite.

In questa regione ci sono alloggi di vario genere per tutte le tasche, il fatto che sia luogo da ricchi, infatti, è assolutamente una leggenda. Basta quindi scegliere e prenotare: online si risparmia sempre parecchio. Questo vale anche per la prenotazione del traghetto per andare sull’isola: i traghetti per la Sardegna low cost sono tanti ogni giorno e arrivano ai vari porti da tanti punti di partenza. Per risparmiare è bene prenotare con anticipo e, possibilmente, online.

Con il kite in Sardegna

Il Sud della Sardegna, una delle località più ventose d’Europa, è la meta ideale per gli amanti di questo sport e anche per chi vuole fare un primo corso perché ci sono molti spot di grido e anche diverse scuole di qualità. Sull’isola soffia sempre il vento di Maestrale e talvolta anche lo Scirocco: in base all’esperienza che si ha si potrà scegliere una spiaggia con un mare con le onde, per divertirsi, o una zona più tranquilla, per fare pratica.

Il kite consiste, infatti, nel farsi trainare da un aquilone legato con dei cavi a una barra di controllo con una tavola legata ai piedi. Sostanzialmente si viene, quindi, trascinati sull’acqua e in base al moto ondoso si possono fare linee dritte o vorticosi salti. Anche se questo sport viene talvolta considerato estremo, se fatto con coscienza non è pericoloso ed è adatto a grandi e piccini. Con un buon insegnante si può imparare a praticarlo in poco tempo, gli esperti stimano circa 6 ore di lezione per andare in autonomia e 10 per fare qualche planata.

Dove andare per fare kitesurf: i migliori spot

Per fare kite occorrono vento, che in Sardegna c’è, e spiagge poco frequentate e poco rocciose. Se al Nord queste ultime due caratteristiche sono più difficili, il Sud invece è proprio perfetto. Per questo motivo chi normalmente vuole fare un kite-travel sceglie proprio l’area meridionale. Una delle migliori spiagge per fare kitesurfing è certamente la spiaggia del Poetto a Cagliari, conosciuta soprattutto per la sua vita notturna. Qui è possibile contare tutto il giorno su un vento che soffia regolare. Sempre nella zona ci sono anche Giorgino (sempre nel cagliaritano) e la spiaggia di Capoterra, La Maddalena Spiaggia. Qui ci sono venti termici costanti presenti anche quando altrove ci sono giornate invece flebili.

Se si vuole associare lo sport a un paesaggio veramente da cartolina non si può, altrimenti, che scegliere Villasimius. Su uno dei più bei litorali di tutta l’isola soffia infatti l’eccellente vento del Grecale. In particolare il kite si pratica sulle spiagge di Campulongu e di Porto Giunco. Nella zona più ovest anche la spiaggia di Chia è indicata per il kite, baciata dai venti dell’est. Sempre al Sud c’è uno dei luoghi più famosi per il kitesurfing che è Porto Botte nel comune di Giba, dove il discreto Maestrale permette di insegnare questo splendido sport anche a chi è la prima volta che sale su una tavola.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009