Tre settimane per visitare la Nuova Zelanda in treno

Di , scritto il 07 Gennaio 2011

A nostro avviso non esiste un modo per viaggiare che sia più ‘civile’ del treno. Voi che ne dite? Si viaggia in estrema sicurezza, rispettando l’ambiente, con la possibilità di ammirare in totale relax un paesaggio che cambia continuamente. Ogni minuto del percorso fa parte della vacanza, e non soltanto il tempo trascorso una volta arrivati a destinazione, come avviene con altri mezzi di trasporto. Oggi osiamo più del solito e vi proponiamo un viaggio su vari treni che, insieme ad altri mezzi laddove impossibile, vi faranno conoscere la Nuova Zelanda, in un percorso che va da Auckland a Christchurch. Saranno treni dotati di tutti i comfort, con carrozza panoramiche e aperte. Si pernotterà sempre in hotel, sappiatelo. E allora, gustate con noi – almeno virtualmente – gli stupefacenti scenari e le vedute mozzafiato della Nuova Zelanda. Preparatevi a vedere geyser fumanti, vulcani, montagne innevate, fiordi profondissime e foreste lussureggianti in questo tour ferroviario che tocca tutte le maggiori attrattive dell’Isola del Nord e dell’Isola del Sud.

Ecco l’itinerario, così come proposto sul sito dell’agenzia Great Rail Journeys, con sede a Londra.

Giorni 1-3: Da Londra a Auckland via Hong Kong, con arrivo nella mattinata del terzo giorno. Tappa sulla cima del monte Eden (splendida veduta panoramica) prima di raggiungere l’hotel.

Giorno 4: Auckland. Tour della città, che include il Viaduct Basin e il museo Auckland War Memorial. Nel pomeriggio, escursione alla ferrovia Glenbrook, proprietà di un club di appassionati di treni a vapore.

Giorno 5: Attraversando le Bombay Hills e la valle di Waikato, giungiamo a Rotorua, patria spirituale dei maori. Visita al museo locale, che illustra bene la storia e la cultura della regione, intessendo le leggende maori e storie più scientifiche sul modo in cui si è formato questo paesaggio vulcanico, abbracciato da un’incantevole campagna piena di pecore al pascolo. Pernottamento in hotel a Rotorua.

Giorno 6: visita dell’area termale Wai-O-Tapu (che significa ‘acque sacre’ in lingua maori) per vedere il famoso geyser Lady Knox e restare a bocca aperta davanti alle pozze d’acqua dai colori iridati o di fango ribollente. Pomeriggio libero, poi partenza per una serata al villaggio maori di Tamaki, dove ci attende una serata culturale di canti e danza poi, insieme a una cena tradizionale in stile hangi (ovvero, cotta su pietre roventi).

Giorno 7: Trasferimento a Hamilton e imbarco sul treno Overlander per attraversare la regione del King Country. Ci attendono scenari spettacolari come le alte cime del Tongariro National Park, il monte Ruapehu e strabilianti gole scavate dai fiumi tra le rocce. Pernottamento in hotel.

Giorno 8: Per passare dall’isola del Nord a quella del Sud, imbarco sul traghetto Interislander e crociera sullo stretto di Cook fino a Picton sulla South Island. Imbarco sul treno TranzCoastal e inizio di un viaggio estremamente pittoresco verso Christchurch passando per Blenheim, la regione vinicola di Marlborough e lungo la costa del Pacific per Kaikoura. Pernottamento in hotel a Christchurch.

Giorno 9:- Tour guidato di Christchurch che include la cattedrale di Canterbury, l’Arts Centre, i Giardini Botanici e l’International Antarctic Centre. Pomeriggio libero.

Giorno 10: Partendo da Christchurch in autobus, attraversiamo le pianure di Canterbury passando per Timaru e Oamru, facendo tappa a Moeraki, per ammirare i misteriosi massi sferici sparsi sulla spiaggia. Pernottamento in hotel a Dunedin.

Giorno 11: Mattinata libera a Dunedin. Nel pomeriggio escursione sulle tracce dei minatori d’oro del XIX secolo diretti a Central Otago. Viaggiamo sul treno turistico Taieri Gorge Excursion Train, su carrozze risalenti agli anni ’20.

Giorno 12: In viaggio per Te Anau, cittadina stretta intorno alle acque tranquille dell’omonimo lago, il secondo per lunghezza della Nuova Zelanda. Tour guidato intorno al lago alle caverne e ai sotterranei di pietra calcarea. Pernottamento in hotel.

Giorno 13: percorrendo il Fiordland National Park, giungiamo a Milford Sound, dove ci aspettano opulenti foreste pluviali che paiono essere precariamente attaccate alle scogliere del fiordo. Una crociera ci porta davanti alle magnifiche cascate della zona e fuori nel Mare di Tasmania. Pranzo e ritorno a Te Anau.

Giorno 14: percorrendo le magnifiche campagne del Southland e le sponde del lago Wakatipu giungiamo a Queenstown. Qui una funivia ci porta allo Skyline Complex della cima detta Bob’s Peak: il pranzo è accompagnato dalla splendida veduta di Queenstown e del lago. Pernottamento a Queenstown.

Giorno 15: tour guidato della zona intorno a Queenstown: visita alla cittadina storica di Arrowtown, che fu testimone di un’importante corsa all’oro intorno agli anni 1860 e, più di recente è stata una location del film Il signore degli anelli. Proseguiamo per visitare alcune cantine e degustare ottimi vini della Gibbston Valley.

Giorno 16: crociera sul lago Wakatipu con l’antico vaporetto TSS Earnslaw. Pomeriggio libero.

Giorno 17: passando lungo le coste del lago Wanaka, scendiamo al fiume Haast, poi proseguiamo attraverso la foresta in autobus, incontrando prima il ghiacciaio Fox e poi il ghiacciaio Franz Josef. Pernottamento in zona. I più temerari potranno vedere il ghiacciaio dall’alto con un giro in elicottero.

Giorno 18: visita di Hokitika, famosa per le sue giade e poi risaliamo sul treno TranzAlpine diretto a Christchurch. Pernottamento.

Giorni 19-20: partenza da Christchurch nel pomeriggio del giorno 19 e sbarco a Londra nella mattinata del giorno 20.

Che ne dite? Noi abbiamo già preparato la valigia!


2 commenti su “Tre settimane per visitare la Nuova Zelanda in treno”
  1. […] altre idee su cosa vedere nella zona di Auckland le potete trovare in questo nostro precedente articolo. var addthis_language = 'it'; GA_googleFillSlot("it_solotravelit_www_all_top_468x60"); […]

  2. Alexander77 ha detto:

    Ciao,

    innanzitutto complimenti per l’itinerario ben fatto. I pernottamenti in Nuova Zelanda quanto costano in media?

    Grazie


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009