La millenaria abbazia di Novacella in Alto Adige

Di , scritto il 03 Settembre 2010

A pochi chilometri da Bressanone, proprio all’imbocco della Val Pusteria si trova la millenaria abbazia di Novacella. Essa venne fondata nel 1142 dal vescovo Hartmann, per farne una sede dell’ordine agostiniano, e venne ricostruita nel 1190 in seguito a un pauroso incendio che la distrusse in gran parte.

Nei secoli Novacella ha subito continui ingrandimenti e rimaneggiamenti, anche nella sua funzione originaria: da centro di ricerca e insegnamento della musica sacra e della pittura divenne rifugio per i pellegrini sulla via della Terra Santa. Oggi è una delle fondazioni più autorevoli della ricerca spirituale, culturale e agricola. In particolar modo questa sua ultima funzione è stata dedicata alla vite e oggi Novacella è una delle aziende vitivinicole più affermate d’Italia.

Furono proprio gli agostiniani durante il medioevo a selezionare le uve adatte a essere coltivate in questi climi e vendemmia dopo vendemmia essi riuscirono ad affinare tecniche e risultati, trasmettendo all’intera vallata la conoscenza raggiunta in campo vitivinicolo: oggi la Valle Isarco è una delle zone più vocate alla viticoltura d’Italia. Ogni anno un vino viene dedicato a un Priore del passato, ma la storia dell’abbazia è talmente lunga che l’attuale Priore potrà avere la sua etichetta solo fra cent’anni circa.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009