Cremona: la città del torrone e dei violini

Di , scritto il 01 Febbraio 2012

Perché non preferire alle capitali europee un sano weekend in un capoluogo italiano con minore vocazione turistica ma capace di sorprenderci con le sue le attrattive?

Un esempio perfetto è in questo senso è costituito da Cremona, la città di Stradivari e di Guarneri, dei violini, delle antiche botteghe dei liutai. Per i buongustai anche la patria del torrone e della mostarda, entrambi dolcissimi sapori della gastronomia locale. A cui si affianca lo straordinario salame di Cremona IGP.

Situata sul Po, nel cuore della Pianura Padana, anche se un po’ tagliata fuori dalle autostrade e dalle più importanti linee ferroviarie, Cremona ha un fascino tutto suo. Emblema della città è il Torrazzo, la torre in mattoni con funzione di campanile per il Duomo che domina l’agglomerato urbano dall’alto dei suoi 112 metri. Completato nel 1309, è la terza torre campanaria del mondo per altezza e possiede il più grande orologio astronomico in assoluto.

Il Torrazzo si erge sulla nella meravigliosa piazza del Comune, uno degli esempi di spazio pubblico medievale meglio conservati in Italia, che è ancora oggi cuore pulsante della città lombarda, il salotto buono su o intorno al quale si trovano la gran parte delle attrattive: i più bei palazzi antichi, le chiese, i musei, le botteghe dei liutai. I turisti che arrivano a Cremona per la prima volta restano stupefatti dalla bellezza della Piazza e sorpresi per le emozioni inaspettate che essa è in grado di suscitare.

Sulla piazza, oltre al Torrazzo, si affacciano infatti i seguenti edifici:
* la splendida Cattedrale, uno dei migliori esempi di arte romanica con contaminazioni gotiche in Norditalia;
* il Battistero ottagonale, altro importante edificio medievale;
* il Palazzo del Comune, risalente al XIII secolo, conserva al suo interno pregiatissime stanze e una mostra di violini e altri pregiati strumenti a corda costruiti in questa città.
* la Loggia dei Militi, eccellente esempio di arte gotico-lombarda finito di costruire nel 1292.

Tutti gli edifici della città sono di colore rosso o arancione o marrone, a parte il Duomo, che è bianco-grigio.

Da non perdere anche una visita al Museo Civico Ala Ponzone, che conserva pitture dei secoli che vanno dal medioevo al XX secolo, molti reperti archeologici e una collezione numismatica. Oltre che la preziosa sezione tutta dedicata al maestro liutaio Antonio Stradivari, che nacque a Cremona nel 1644.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009