Milano, la Stazione Centrale in un mix di stili architettonici

Di , scritto il 25 Maggio 2011

Se vi recate a Milano, le probabilità che vediate la Stazione Centrale sono altissime. Si tratta infatti del principale snodo ferroviario della Lombardia, secondo in Italia solo a Roma Termini per flusso di passeggeri. Si affaccia su e domina Piazza Duca d’Aosta, che ha di fronte l’importante via Vittor Pisani. La sua realizzazione ha origine da un progetto di Ulisse Stacchini del 1912 ma l’edificio fu inaugurato solo nel 1931.

L’enorme costruzione rivestita in pietra si compone di un corpo centrale e di due fianchi minori. In facciata si miscelano l’ispirazione liberty e quella relativa al tardoeclettismo; presenta tre ampi varchi ed è ornata nella parte superiore da gruppi scultorei simbolici.

Il protrarsi negli anni dei lavori portò in pieno Fascismo, quando furono apportate alcune modifiche: vennero introdotte grandi arcate in acciaio a opera di Alberto Fava e una ricca decorazione scultorea che si ispirava ai simboli del Regime.

Tra il 2005 e il 2010 la stazione è stata oggetto di un profondo rinnovamento che ha compreso sia il restauro che la riqualificazione in senso moderno degli spazi interni.

 

 


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009