Pollenza: le memorie di un comune nel maceratese

Di , scritto il 31 Ottobre 2011

Questo comune della provincia di Macerata, era in origine chiamato Pollentia. Ma, dopo la distruzione delle invasioni barbariche, fu ricostruito dopo il Mille con il nome di Montemilone. Soltanto nel 1862 il paese prese l’attuale nome per assonanza con quello più antico.

Il principale edificio religioso del comune di Pollenza è l’Abbazia di Rambona, fatta costruire intorno all’anno 891 su commissione della figlia del longobardo Adelchi. Da segnalare è poi il Monastero delle Clarisse, con annessa la chiesa di San Giuseppe. Di tutt’altro genere è il Teatro Comunale Giuseppe Verdi, costruito tra il 1873 e il 1891 su progetto dell’architetto Ireneo Aleandri. Nell’immagine potete ammirare la porta e la cinta muraria della città.

Particolare di questo comune è la presenza di un Museo delle Patrie Memorie. Il nucleo principale è costituito dalle raccolte di due concittadini che, fin dal 1923, cercarono, catalogarono e conservarono oggetti, documenti e tutto quello che poteva essere utile per testimoniare l’evoluzione storica della città. Successivamente il Museo fu arricchito di altro materiale grazie a donazioni di privati.

Tra le numerose raccolte si inserisce quella di antichi manufatti in ceramica, rinvenuti in un vecchio torrione in Pollenza; troviamo poi il reparto archeologico con fonti di IX e VII secolo, statue del periodo romano, arredi del XVIII secolo, costumi del folklore marchigiano, armi, dipinti e una sezione di arte figurativa contemporanea di pittori locali.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009