PAC: l’arte contemporanea a Milano

Di , scritto il 31 Maggio 2011

Situato accanto alla Villa Reale milanese, il Padiglione d’Arte Contemporanea, meglio conosciuto come PAC, è stato costruito tra il 1948 e il 1954 a opera di Ignazio Gardella, all’interno del perimetro delle vecchie scuderie della villa, distrutte durante la guerra.

L’edificio è considerato tra le opere più significative dell’architettura italiana negli anni Cinquanta per la sua struttura metallica estremamente leggera che accoglie un’articolazione su tre livelli, illuminata dall’alto attraverso lucernari e da una grande vetrata laterale che si affaccia sul giardino.

L’area espositiva si estende per 1200 mq e comprende una zona al livello del giardino, destinata alle sculture, una sopraelevata per l’esposizione di quadri e una terza sovrapposta alla prima, che si apre su essa con una grande balconata, adibita a esporre fotografie e opere di grafica.

La struttura è utilizzata per ospitare mostre temporanee di vario genere: attualmente e fino al 12 giugno 2011 è allestita la mostra di Tony Oursler, l’artista americano pioniere della video-scultura. Troverete un’ampia selezione dei lavori da lui realizzati negli ultimi cinque anni.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009