Cirigliano, in Basilicata: luogo di storia, tranquillità e relax

Di , scritto il 29 Novembre 2010

Se ci fosse un vocabolario speciale per le città, sotto la voce Cirigliano troveremmo: paesino dell’entroterra lucano, con una popolazione di circa 300 persone. Sorge su una collina che domina l’area sottostante, circondato da una corona di montagne che ne abbelliscono la vista. Una descrizione che forse indurrebbe qualcuno a scoprire questo angolo di Basilicata. E giustamente.

Cirigliano è uno dei tanti borghi della provincia materana, situato a circa 50 km dalla costa ionica. E’ edificato su un colle dove si respira aria buona, lontano dal traffico e dal rumore cittadino. La popolazione è in gran parte costituita da agricoltori e anziani.

Al centro del paese si trova la Piazza centrale, punto di riferimento della vita quotidiana, dominata dal castello baronale che ancora conserva una torre e qualche sala con vari interessanti dipinti. Dalla piazza strette strade si diramano in tutte le direzioni. Una di queste, la principale, spacca in due il centro storico.

Sul territorio comunale vi sono i resti di tre mulini ad acqua: il mulino Santa Maria Vignola, il mulino Don Carmine e quello di Rupicelli. L’intero paese, dal castello ai palazzi dalle case alle strade passando per la piazza principale, è stato costruito in pietra di Cirigliano, estratta dalle cave della zona e da sempre fonte di sostentamento per la popolazione locale.

Appena fuori il paese, si può ammirare la grotta alla Madonna, scavata nella roccia da un brigante pentito che decise di vivere da eremita per penitenza. Tutto intorno, un territorio montano, ricco di boschi e vigneti.

Il principale evento caratteristico di Cirigliano è il carnevale, di antichissimo retaggio: in esso vengono rappresentate le stagioni e i mesi dell’anno esaltandone per ognuno le tradizioni popolari. Una festa invernale che coinvolge tutto il paese.

In estate, invece, viene assegnato un premio ai lucani che si sono distinti oltre i confini regionali in ambito sociale, sportivo e culturale.

Per chi visita il paese, sarà d’obbligo assaggiare le specialità culinarie: la pasta fatta in casa, la pastorale, i gnumuriddi e la rafanata. Nel paese è presente un bed and breakfast, dove si può alloggiare a prezzi abbordabili per tutte le tasche e scambiare qualche parola con i residenti, sempre pronti a raccontare storie divertenti sui concittadini.

Andare a Cirigliano potrebbe essere la soluzione per trovare una via da fuga dall’ordinary life cittadina. Per quanti cercano un modo per “staccare la spina” e “ricaricare le pile”, forse il posto ideale per farlo potrebbe essere lì, tra quella corona di montagne, fresco d’estate e suggestivo d’inverno.

Domenico Mattiaccia

Mascherine in pronta consegna

1 commento su “Cirigliano, in Basilicata: luogo di storia, tranquillità e relax”
  1. […] solotravel.it Ti potrebbe interessare anche:Milano: apre il Museo del Novecento in Piazza DuomoUna weekend romantico nelle Marche, al Castello di MontegioveMartina Franca – Tra mare, campagna e barocco Italia marta […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009