Perché è importante sottoscrivere l’assicurazione sanitaria USA prima di partire?

Di , scritto il 24 Maggio 2019
assicurazione sanitaria

Che sia per lavoro, per piacere o per la luna di miele, gli Stati Uniti d’America rappresentano una delle mete turistiche più ambite al mondo. Prima di organizzare il viaggio negli USA, però, è importante prestare particolare attenzione su come scegliere l’assicurazione USA. Andare negli USA poi, è già fonte di una serie di incombenze burocratiche e amministrative che mettono a dura prova l’entusiasmo del turista.

D’altra parte gli USA sono il paese più a rischio di atti terroristici esterni ed è logico che abbiano steso una fittissima rete di controlli. Un po’ meno che riservino a ogni turista poco preparato o senza tutte le carte in regola un trattamento a volte molto rude, ma l’ondata emozionale della tragedia delle Torri Gemelle non si è mai esaurita e le autorità del dipartimento immigrazione (DHS) non vanno mai troppo per il sottile.

La sanità negli USA

Gli Stati Uniti non dispongono di un sistema sanitario pubblico, perlomeno come lo intendiamo noi. La sanità è, quasi completamente, privata e quella pubblica gode di scarsissima considerazione, più o meno come le scuole pubbliche di Harlem o Staten Island. Il sistema consolidato si basa sull’assicurazione volontaria, che permette di accedere agli ospedali privati (la maggioranza) e di avere accesso a cure quasi sempre a livello di eccellenza.

Assicurazione sanitaria per turisti

Così come i cittadini americani hanno sottoscritto un’assicurazione sanitaria, anche i turisti che si accingono a visitare gli States devono organizzarsi sul come scegliere assicurazione USA.

Se il vostro viaggio è organizzato e coordinato da un tour operator affidabile, l’assicurazione sanitaria sarà, probabilmente, compresa. Vale la pena, in ogni caso, chiedere al vostro organizzatore tutte le informazioni sul tipo di polizza e sulle coperture che garantisce. I molti casi, infatti, l’assicurazione non garantisce le terapie ma solo il primo soccorso ed il rimpatrio.

Se organizzate il viaggio per conto vostro e avete ottenuto un visto da turista, potete rivolgervi a compagnie assicurative specializzate in questo tipo di polizze.

Come scegliere la migliore

In primo luogo, è bene sottolineare che le compagnie assicurative che offrono questo servizio sono molteplici, quindi ci si trova di fronte ad un panorama ricco e complesso in cui sono quasi sempre delle lievi sfumature a fare la differenza, per questo motivo è importante essere in grado di coglierle per non fare errori.

Un primo criterio sul quale basarsi è, banalmente, la nomea della compagnia assicurativa: affidarsi ad una società che è ben recensita per storia e tradizione è senz’altro un vantaggio specialmente se non si ha grande esperienza nel destreggiarsi in questo settore.

Un’altra grande scrematura può essere fatta affidandosi ad una compagnia che offra dei pacchetti completi: l’assicurazione sanitaria non è la sola necessaria quando si affronta un viaggio importante, possono essere utili anche altre coperture per far fronte a furti, smarrimento di bagagli o altri problemi caratteristici del viaggio. Per quanto riguarda il costo è auspicabile non scegliere una polizza solo perché risulta essere la più economica: questo atteggiamento potrebbe essere controproducente e, oltre alla spesa per l’assicurazione, se ne potrebbero aggiungere delle altre qualora vi fossero delle prestazioni non coperte.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009