Barbados: una mèta di lusso tra Caraibi e Atlantico

Di , scritto il 21 Maggio 2015

BarbadosLa “s” finale non deve ingannare: Barbados è il nome di una sola isola-nazione delle Piccole Antille. Qui è nata la famosa e sensuale cantante Rihanna. Altrettanto belle e sensuali sono le sue splendide spiagge, luoghi da sogno per chi desidera il completo relax e il contatto con la natura incontaminata. Le più famose sono Accra Beach, ideale per lo snorkeling in uno straordinario ecosistema marino e Malibù Beach, dalla quale si può partire in barca per nuotare con le tartarughe liuto.

Cos’altro vedere a Barbados?
* La capitale Bridgetown, di dimensioni contenute e piena di vita, offre bellissimi edifici in stile coloniale, un bel palazzo del Parlamento e un animato porto.
* I giardini botanici di Andromeda, nella parte est dell’isola. Vi si trovano le piante tropicali più tipiche di questo lembo di terra
* Le grotte Harrison’s Cave, anche definite come “Sala di cristallo” per l’insieme spettacolari di concrezioni, ruscelli, laghetti e cascate.
* Holetown: il più antico insediamento sull’isola, dove si trova un monumento che commemora il primo sbarco inglese. Nei pressi di questo anche una chiesa del 600, la St. James Church.
* Il quartiere di St Andrew, dove si trovano il laboratorio ceramica Chalky Mount Potteries, dove gli artigiani sono superattivi e il caratteristico mulino di Morgan Lewis
* Il quartiere di St. Michael, con il Barbados Historical Museum e la bella chiesa Sharon Moravian Church.
* Una piccola crociera dei pirati (a cura della Tall Ship Cruise Company). L’equipaggio è in costume e a bordo si assisterà a danze, giochi e altri divertenti intrattenimenti a metà tra sogno e realtà.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009