Come noleggiare una barca per partire in sicurezza

Di , scritto il 24 Settembre 2019

L’estate è il momento ideale per prenotare una bella crociera in barca: mollare gli ormeggi con la famiglia o gli amici, staccare la spina, passare intere giornate al sole e a fare bagni in calette riparate.

Oggi, per coloro che vogliono concedersi una vacanza in barca non c’è che l’imbarazzo della scelta. Basta aprire un qualsiasi motore di ricerca su internet per trovare centinaia di offerte da parte di agenzie specializzate, società di charter e tour operator nautici che gestiscono flotte di barche dislocate in ogni angolo del mondo. Per un aspirante crocierista le opzioni disponibili sono infinite e per chi magari è alla sua prima crociera questo mare di opportunità potrebbe creare confusione. Il consiglio è di schiarirsi le idee chiare sul tipo di vacanza che si ha in mente, le basi nautiche di imbarco e gli scali, l’itinerario della crociera, la presenza o meno dello skipper e i servizi che si vogliono a bordo. Senza dimenticare le regole contrattuali del noleggio, la sicurezza della barca e le polizze assicurative necessarie per partire sereni.

Per capire come noleggiare una barca in sicurezza prima cosa bisogna scegliere a quale società di noleggio affidarsi. Per non avere brutte sorprese è bene rivolgersi a grandi operatori che sono presenti sul mercato italiano e internazionale da molti anni. Ad esempio, noleggiare barche a vela con Marenauta ti offre garanzia di affidabilità, una flotta di barche per tutte le esigenze e uno staff preparato e sempre pronto a dare consigli e fornire il tempestivo supporto.

Base d'imbarco

Itinerario, base d’imbarco e tipo di barca

La base di partenza è uno degli elementi cruciali di una crociera in barca perché condiziona l’itinerario della vacanza. Lo scalo di imbarco andrebbe scelto vicino alle destinazioni che si vogliono visitare, ma non sempre questo è possibile. Per navigare per esempio nell’Arcipelago della Maddalena un buon punto di imbarco potrebbe essere Palau o Santa Teresa di Gallura, così come La Spezia sarebbe perfetta per esplorare le Cinque Terre, e così via. Non è escluso tuttavia che la stessa destinazione si possa raggiungere da porti diversi secondo la direzione dell’itinerario e questo allarga le possibilità di scelta. Un altro elemento da chiarire prima di salpare è la scelta della tipologia di barca sulla quale imbarcarsi. La classica barca a vela permette di vivere un’esperienza più autentica di navigazione ed è ideale per famiglie o piccoli gruppi di 4-6 persone.

Un catamarano invece, grazie al doppio scafo, offre spazi in coperta e volumi interni molto più generosi, ma anche più privacy all’equipaggio perché le cabine sono collocate ai quattro estremi dell’imbarcazione. Molto apprezzata è anche la maggiore stabilità in navigazione e nelle soste poiché il beccheggio e il rollio sui multiscafi si riducono molto. Viste le grandi dimensioni dei catamarani, il consiglio è di noleggiare con uno skipper esperto che possa gestire tutte le fasi della navigazione e degli ormeggi in rada e in porto.

Skipper

La patente nautica e il noleggio con skipper

Ricordiamo che in Italia la normativa nautica impone per condurre una barca da diporto l’obbligo di possedere patente nautica abilitata alla navigazione, entro o oltre le 12 miglia dalla costa, secondo l’itinerario che si vuole effettuare. Chi vuole noleggiare la barca in autonomia, quindi senza skipper, solo il titolo però non è sufficiente e per condurre in sicurezza l’unità serve una persona che abbia una certa esperienza pratica di navigazione.

Non bisogna dimenticare infatti che lo skipper ha la piena responsabilità civile e penale di barca ed equipaggio. In genere tutte le società di charter offrono la possibilità di noleggiare la barca con uno skipper. La sua presenza a bordo peraltro non significa che l’equipaggio non possa nel corso della navigazione mettersi al timone o alle manovre per imparare o perfezionare la propria tecnica velica.

Cabine barca

L’equipaggio e la gestione delle cabine

Le crociere estive in genere sono composte da equipaggi per lo più familiari o da gruppi di amici, ma è possibile vivere la vacanza anche con altre persone sconosciute. È un’incognita che può essere tanto piacevole quanto riservare brutte sorprese. Il consiglio è di informarsi prima di partire su quale sarà la compagnia del vostro viaggio. Tali informazioni tornano utili anche per gestire le sistemazioni a bordo, le cuccette singole, come le cabine doppie. A questo proposito, quando si acquista un charter è importante conoscere la conformazione del quadrato della barca e capire se è trasformabile in uno o più posti letto e se questi verranno o meno utilizzati. Anche l’uso della toilette ha la sua importanza ai fini del comfort della crociera: sui monoscafi in genere i bagni vanno da uno a due o tre, secondo la lunghezza della barca, mentre sui catamarani si trovano o due o tre toilette anche su modelli di appena 12 metri.

pozzetto barca

Contratto di noleggio e deposito cauzionale

Ai fini contrattuali per noleggiare una barca occorre sempre versare un deposito cauzionale. Questa somma di denaro è necessaria per coprire eventuali danni o il mancato rispetto dei vincoli contrattuali da parte dell’equipaggio. Il deposito è da versare alla società di charter prima di iniziare la crociera e verrà restituito al termine del viaggio. Funziona proprio come per il noleggio delle auto, solo che in questo caso il valore è più alto, anche qualche migliaio di euro, essendo relativo a una barca che ha costi di centinaia di migliaia di euro. Sempre prima di partire è utile anche studiare attentamente il contratto di noleggio, le eventuali clausole e verificare la presenza o meno di polizze assicurative. Ormai tutte le società offrono contratti standard, ma è sempre meglio controllare.

checkin in viaggio

Il check in pre-partenza

Il check in prima di partire è un momento cruciale della nostra vacanza in barca a vela, al quale è necessario prestare attenzione e dedicare una cura particolare per vivere una settimana serena senza intoppi. Le settimane nautiche, nella maggior parte dei casi, vengono conteggiate da sabato a sabato. Sul contratto spesso troviamo scritto che la consegna della barca è prevista per le ore 17-18. Questo avviene perché le società di charter hanno solo poche ore d’azione per pulire le barche della flotta, effettuare i controlli del caso e compiere gli interventi di manutenzione. Se arriviamo presto al porto, il consiglio è di mostrarsi disponibili con il responsabile e seguire le sue direttive su dove lasciare i bagagli per non intralciare il lavoro.

Il peggior nemico di un buon check è la “smania” di voler a tutti i costi salpare immediatamente. Prima però occorre ispezionare la barca e verificare che tutto sia in ordine. Le società nautiche migliori in genere mettono a disposizione una persona dedicata che conosce alla perfezione la barca e che, attraverso un suo schema prestabilito, svolge una presentazione completa della barca che dura almeno 30 minuti. In questa fase può anche dare carte alla mano consigli sull’itinerario della crociera, i migliori punti di ancoraggio, i possibili pericoli e gli approdi migliori per il rifornimento di acqua, cambusa e carburante.

dotazioni sicurezza

Verificare dotazioni e allestimenti e segnalare anomalie

L’ispezione pre-partenza deve verificare che la barca da prendere in consegna sia affidabile, marina, curata al meglio e allestita bene, con le dotazioni di sicurezza naturalmente ma anche con una buona dose di accessori fondamentali per la crociera, il tender per esempio. Da non sottovalutare assolutamente è anche l’assistenza offerta dalla società di charter una volta iniziata la crociera per gestire e far fronte a eventuali avarie o problemi di qualsiasi tipo, per esempio un ospite ferito o il motore fuori uso. Meglio segnalare subito per iscritto nelle note del contratto la presenza di eventuali anomalie o danni pregressi.

Eseguiti tutti i controlli, potremmo definitivamente assumere il comando dell’imbarcazione. La conoscenza del mezzo su cui ci stiamo imbarcando regalerà la giusta serenità a noi e all’equipaggio e la nostra crociera partirà con il piede giusto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009