Il Maschio Angioino di Napoli

Di , scritto il 23 Maggio 2010

Il Maschio Angioino o Castel Nuovo, si erge in una delle piazze principali di Napoli ossia Piazza Municipio e prende il suo nome dalla dinastia degli Angioini durante il cui regno fu costruito. Alla sua edificazione sono seguite poi due principali ristrutturazioni: una nel periodo aragonese e una nel 1800.

Questo castello, che si trova a pochi passi dal mare, si presenta come una imponente reggia-fortezza, di forma trapezoidale circondata da cinque torri merlate. L’intera struttura è cinta da un profondo fossato e nel sottosuolo attraversata da sotterranei costruiti anche per la loro funzione di prigioni.

Di particolare interesse artistico è la sala dei Baroni (che fino al 2006 era sede delle sedute del consiglio comunale): essa è infatti dotata di una pregevole volta a crociera altra ben trenta metri.

Al suo interno sono certamente da visitare la Cappella Palatina (1300), che rimane una delle poche parti del castello identiche a come fu costruita in periodo angioino, la Sala dell’Armeria, la Cappella del Purgatorio e quella dedicata a San Francesco di Paola.

Il Castello è sede della Società Napoletana di Storia Patria, del Museo Civico di Napoli nonché di mostre ed eventi normalmente ospitati nella Sala di Carlo V e nella Sala della Loggia.

Nel periodo più freddo dell’anno presso il Maschio Angioino viene allestita una pista di pattinaggio sul ghiaccio che offre ai visitatori uno spettacolo decisamente fiabesco.


1 commento su “Il Maschio Angioino di Napoli”
  1. […] di Venosa è di origine aragonese ed è molto ben conservato. Molto simile nell’aspetto al Maschio Angioino di Napoli, sembra fare la guardia a una piazza di interessante impianto urbanistico. A Venosa vale anche la […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009