Che cos’è il check-in biometrico?

Di , scritto il 22 Ottobre 2009

check_in_biometricoIn un futuro non troppo lontano non saranno più poliziotti o funzionari a controllare l’identità dei passeggeri all’imbarco. Si effettuerà infatti un check-in biometrico, per il quale sarà necessario possedere un passaporto a lettura ottica e passare la mano davanti a un dispositivo capace di riconoscere le impronte digitali del passeggero.

La novità, che sarà introdotta negli aeroporti di Parigi già il prossimo mese, riguarderà in prospettiva tutti i cittadini dell’UE. Per il momento, a Parigi, è facoltativo fornire i propri dati biometrici – che includono tra l’altro le impronte di otto dita – e iscriversi in una banca dati.

Per qualcuno la novità sembrerà un po’ inquietante, ma il vantaggio nascosto nelle nuove procedure sarà per lo meno quello di passare meno tempo in coda. Infatti, saranno sufficienti pochi secondi per ottenere l’okay, a fronte di un controllo ‘umano’ che può durare vari minuti.  Poi le frontiere si spalancheranno di fronte al viaggiatore.

Secondo gli esperti, il sistema è sicuro al 99%, anche perché le macchine sbagliano meno degli esseri umani.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009