Il mistero della Cappella Sansevero a Napoli

Di , scritto il 19 Aprile 2010

La Cappella Sansevero si trova lungo “Spaccanapoli”, una lunghissima strada che divide la città in due parti.

Questa cappella, intitolata al principe che ne era proprietario, raccoglie le sue opere d’arte e i suoi esperimenti. Raimondo di Sangro principe di Sansevero fu uno studioso, alchimista e inventore eclettico e questo affascinante luogo raccoglie i prodotti del suo genio.

Il solo pavimento di questa cappella non fu finito prima della morte del principe tanto fu complessa la decorazione da lui stesso richiesta con le fattezze di un intricato labirinto.

Il capolavoro della collezione Sansevero maggiormente conosciuto è il celebre Cristo velato, una riproduzione dell’immagine di Cristo ricoperta da un velo, completamente scolpita nel marmo. Tutt’oggi si formulano le più svariate teorie su come sia stato possibile creare quest’opera d’arte.

Non meno spettacolari sono le celebri Macchine anatomiche ossia gli scheletri di un uomo e di una donna in posizione eretta di cui sono stati perfettamente riprodotti i sistemi circolatori. Come per il Cristo, a distanza di due secoli, non vi sono ancora spiegazioni su come siano stati realizzati.

Le opere della collezione sono moltissime e includono statue, dipinti e una magnifica volta affrescata.

La Cappella Sansevero è un luogo pieno di simboli e suggestioni particolari ed è sicuramente una meta irrinunciabile per i viaggiatori curiosi che visitano Napoli.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009