Turismo medico: i pro e i contro

Di , scritto il 11 Gennaio 2008

Turismo medicoSi sa che la pratica della chirurgia estetica è in continua espansione. Molti tour operator si sono adattati al nuovo trend e hanno iniziato a offrire pacchetti vacanze che includono interventi di chirurgia estetica in cliniche specializzate seguiti da soggiorni in hotel a cinque stelle. L’idea non è malvagia dal punto di vista economico, poiché in alcuni paesi il ritocco estetico (per esempio il lifting, la rinoplastica o la liposuzione) costa la metà o anche un terzo di quello che costa da noi. Tra le mete più comuni per gli italiani: i paesi dell’Europa dell’est, Malta e soprattutto la Tunisia. Ecco due siti a caso trovati su Internet con molta facilità: Cosmetica travel e Chirurgia e vacanze. Il pacchetto-tipo comprende 3 giorni di clinica e 5 giorni in hotel di lusso per la convalescenza.

Risparmiare è importante, si sa, ma bisogna essere ben coscienti dei rischi che si corrono. Tanto per cominciare, il paziente non ha la possibilità di verificare con i suoi occhi se la struttura ospedaliera è all’avanguardia e se le norme igieniche sono rispettate. Inoltre, come si può instaurare un rapporto di fiducia tra medico e paziente se non lo si è mai visto prima e non si parla neppure la stessa lingua? In caso di contestazioni e operazioni mal riuscite non oso neppure pensare alle difficoltà per avere un risarcimento.
E poi, quando si torna, hai voglia a spiegare ai tuoi amici che è solo l’abbronzatura a farti sembrare dieci anni più giovane!


2 commenti su “Turismo medico: i pro e i contro”
  1. Giovanna ha detto:

    Conosco bene la Tunisia, vivo a Tunsi da circa un anno e mi è capitato di recarmi, per motivi di salute, in una di queste rinomatissime cliniche, “La Clinique de l’Espoir”, e devo dire ho trovato professionalità e pulizia. Inoltre la Tunisia dista solo 1 ora di volo dall’Italia e i biglietti aerei non superano i 250 euro andata e ritorno. Per sottoporsi ad un intervento è ottimale in quanto si risparmia più della metà e stai a un passo da casa. L’Argentina dista più di 8 ore di volo e i costi del biglietto aereo sono molto alti…. quello che si risparmia sul costo dell’intervento lo si paga con il volo!!! E poi dopo aver subito un intervento chirurgico non è il massimo dover affrontare 8 ore di viaggio seduti sulle, non proprio comodissime, poltroncine di un aeromobile!!!

  2. vilicca ha detto:

    sono d’accordo con quanto detto da nicoletta e mi sento di suggerire qualcosa che a mio parere è superiore. In Argentina, non solo i medici sono altamente specializzati e professionali, inoltre le cliniche sono tenute veramente in una condizione di igiene perfetto (visto l’infulenza degli USA)al contrario dei paesi arabi e dell’est. le uniche organizzazioi che conosco in italia che si occupano di turismo medico in Argentina sono http://www.plenitas.it e http://www.renovar.it e sono, a parer mio, di una serietà e di una qualità altissima.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009