Cibo di strada a Bangkok: qualche consiglio

Di , scritto il 29 Aprile 2013

Oltre che vantare tradizioni antichissime e una cultura dalle radici profonde, Bangkok è tra le città più famose del mondo anche per il “cibo da strada” o, per usare un termine più internazionale, il cosiddetto street food. Fortunatamente, sta diventando sempre più facile recarsi nella suggestiva città asiatica grazie alle numerose offerte presenti in momondo o altri siti per voli low cost.

Aggirandosi per i vicoli della capitale thailandese, è assai frequente imbattersi in bancarelle in grado di soddisfare i palati più bizzarri e propensi all’avventura. Non aspettatevi di trovare piatti di pasta al pomodoro o panini al prosciutto. Anzi, non stupitevi se davanti a voi trovate venditori di locuste, formiche, bacherozzi o altri insetti fritti mai visti prima, poiché in una città come questa le sorprese sono all’ordine del giorno. Allo stesso tempo siate pronti a respirare l’odore che riempie ogni centimetro della capitale: l’ambiente è infatti “profumato” dalla miriade di ambulanti che cucinano en plein air, nonché da una quantità spaventosa di smog.

Tra i luoghi più rinomati dove è possibile trovare questi chioschetti vi è sicuramente Kao San Road, strada nota principalmente per gli insetti, ma anche per altri tipi di pietanze: tra le più famose vi è il pad thai, manicaretto a base di noodles saltati in padella insieme a coriandolo, cipolla, germogli di soia – il tutto accompagnato da pollo o gamberetti, a discrezione dell’acquirente. Tra le altre specialità più note vi è il tom yam kung, una particolare zuppa condita con gamberetti.

Oltre a queste pietanze che fungono da pasto vero e proprio, tra queste bancarelle si possono anche assaggiare particolari tipi di frutti tropicali: a parte mango e anguria, che conosciamo bene, ne sono presenti anche altri dai sapori completamente diversi. Il durian è particolarmente amato dai locali, ma altrettanto disprezzato dai turisti a causa del suo odore. Vi sono poi il rambutan e il mangostano, entrambi estremamente dolci, caratteristica molto apprezzata dai thailandesi. Infine, a proposito di frutta, ricordiamo il latte di cocco – da bere quando il frutto non è ancora maturo – una vera prelibatezza. Lo stesso latte viene anche utilizzato come ingrediente per molti dessert.

Per gli amanti del pesce, invece, è necessario recarsi a Pratunam Market, il più vasto e famoso mercato cittadino, dove è possibile gustare i prelibati sapori del mare. Particolarmente famoso è infatti il pla sam rot, detto anche “pesce ai tre sapori”: infatti, in questo caso il pesce viene dapprima fritto, e successivamente servito con tre salse, del tutto diverse tra loro che creano un particolare contrasto formato da piccante, speziato e dolce – ovvero i gusti principali della cucina thai.

Inoltre si possono trovare con facilità molti minimarket aperti ventiquattr’ore su ventiquattro e in grado di fornire ogni tipo di prodotto, dai più tradizionalmente locali a quelli noti in tutto il mondo.

Chi invece non gradisse tutte queste “novità culinarie”, deve sapere che in Siam Square può sempre trovare l’Hard Rock Café ben fornito di hamburger in stile americano che hanno praticamente lo stesso sapore in ogni parte del mondo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009