Isola d’Elba: come raggiungere una delle località più belle d’Italia nel 2019?

Di , scritto il 28 Gennaio 2019
Isola d'Elba

Se è vero che è stata per secoli luogo di minatori e mercanti grazie ai minerali di cui le sue montagne abbondano, oggi l’isola d’Elba è il maggior centro turistico della Toscana. L’isola è la più rinomata dell’arcipelago grazie ai suoi deliziosi borghi, al mare e alle spiagge che si aprono tra golfi e baie nel litorale frastagliato e grazie anche al fatto che è l’isola più grande e facilmente accessibile dell’arcipelago.

Tutelate entro il parco nazionale, tutte le isole dell’arcipelago costituiscono uno degli ambienti naturali e marini più incantevoli del Mediterraneo. Ciascuna di queste isole ha una forte individualità, un carattere unico per vegetazione, fauna, insediamenti umani e attrattive turistiche. Ogni isola ha però anche una sua precisa personalità. Nonostante il volto dell’Elba sia stato modellato e plasmato attraverso il lavoro minerario, fondamentale attività dell’isola di cui ancora oggi esiste testimonianza importante nelle miniere trasformate in museo, l’attività estrattiva non ha incrinato per niente le bellezze naturali e paesaggistiche dell’isola, che ancora oggi incanta i visitatori.

Cosa vedere sull’Isola d’Elba

Portoferraio è il capoluogo e principale porto dell’isola. La sua antica storia, raccontata nel Museo archeologico, culmina nel Cinquecento quando, il granduca Cosimo I, realizzò l’inespugnabile città-fortezza che ancora oggi è meta principale dell’itinerario di ogni vacanziere. Allontanandosi dalla costa e imboccando la strada che risale le pendici del monte Capanne, s’incontra il borgo di Marciana. Ottima scelta, in alternativa al tradizionale turismo balneare, è un complesso composto da strette viuzze in salita e scalinate.

Marciana Marina è un porticciolo turistico e una stazione balneare molto frequentata. E’ distinguibile per la presenza, all’inizio del molo, di una torre cilindrica, costruita dai pisani nel XII secolo, detta ‘saracena’.

Altre località da visitare sono Campo nell’Elba sul versante meridionale dell’isola, Capoliveri, una tra le mete più apprezzate dal turismo internazionale, Porto Azzurro per chi ama la vita mondana e Rio, una piccola insenatura nascosta.

Il centro abitato da cui partono i traghetti per l’Elba è Piombino. Il traghetto ci impiega circa un’ora per percorrere i venti chilometri di mare che separano Piombino da Portoferraio, il principale centro abitato dell’isola. Esistono anche collegamenti con Cavo e Rio Marina. Ma come raggiungere questi meravigliosi posti nel 2019?

Ecco una breve lista d’indicazioni per raggiungere l’isola nel modo per voi più consono:

Auto

Vi segnaliamo che per raggiungere Piombino in auto ci sono tre soluzioni: autostrada A12 Genova-Livorno per chi viene da nord, autostrada A1 Bologna-Firenze-Pisa-Livorno per chi viene da nord-est. In questi casi bisogna imboccare l’uscita per Rosignano, prendere la strada statale Aurelia fino a Venturina Isola d’Elba e poi proseguire per Piombino. Nel terzo caso bisogna imboccare l’autostrada A12 Roma-Grosseto e direttamente prendere l’Aurelia per poi proseguire come già indicato. Una volta arrivati al porto di Piombino, si può parcheggiare l’auto oppure imbarcarla sul traghetto (in questo caso consigliamo di prenotare).

Treno

Per prendere il traghetto la stazione di riferimento è quella di Piombino Marittima: per raggiungerla bisogna prendere un treno locale da Campiglia Marittima.

Autobus

Per raggiungere Piombino in autobus ci sono due linee: la prima, attiva nei mesi di luglio e agosto, è la Milano-Piombino; la seconda, attiva nei giorni feriali e anche durante i festivi nel periodo estivo, è la Firenze-Piombino (soluzione questa particolarmente consigliata visto che l’autobus parte dalla stazione di Santa Maria Novella).

Traghetti per l’Isola d’Elba

I traghetti per l’Elba sono sicuramente il principale metodo per raggiungere l’isola. Durante tutto l’anno sono numerosi i collegamenti, soprattutto durante il periodo estivo e non mancano le proposte a prezzi interessanti. E’ il caso delle offerte per agosto sui traghetti per l’Elba che si possono trovare sul sito traghetti.it e che permettono di risparmiare sul costo del viaggio.

In altissima stagione partono traghetti anche a intervalli di 30 minuti. L’Elba dista dalla costa italiana circa 10 km, mentre la tratta Portoferraio – Piombino è poco superiore ai 23 Km. Le navi per l’Isola d’Elba partono tutte dal porto di Piombino, dove è possibile scegliere fra quattro compagnie: Moby Lines, Toremar, Blu Navy e Corsica Sardina Ferries, che collegano la terraferma con Portoferraio. La tratta dura 70 minuti circa di traversata mentre, per Rio Marina e Cavo le traversate sono rispettivamente di 45 e 35 minuti. E’ possibile scegliere anche un collegamento veloce tramite aliscafo, per il solo trasporto passeggeri, che in soli 20 minuti raggiunge Cavo, frazione di Rio Marina. Prosegue poi per Portoferraio e da li arriva dopo altri 15 minuti di navigazione. Altro collegamento veloce, che permette anche il trasporto auto nella tratta Piombino – Portoferraio, è offerto dalla Corsica Sardinia Ferries di circa 40 minuti.

L’Elba Ferries è una compagnia di Navigazione francese, appartenente alla società Corsica Ferries, che dal 2012 effettua il servizio di trasporto marittimo per passeggeri e veicoli anche per l’isola d’Elba dal porto di Piombino. Il servizio proposto dalla compagnia ha riscosso da subito successo così che l’Elba Ferries decide, l’anno successivo, di introdurre un nuovo collegamento marittimo veloce, sulla tratta per la Corsica da Portoferraio a Bastia.

I traghetti Elba Ferries effettuano il servizio dal mese di giugno al mese di settembre e a bordo tutti i passeggeri possono viaggiare insieme al loro animale domestico seguendo le normative proposte dalla compagnia

Non resta che scegliere e partire per il proprio viaggio.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009