Narni: le sue antiche origini e attrazioni

Di , scritto il 23 Luglio 2021
Narni

La fondazione di Narni, comune in provincia di Terni in Umbria, risalgono al 300 a.C., quando i romani si insediarono nella zona, che divenne un’importante fortificazione per la costruzione della via Flaminia. Ma l’atmosfera che ha segnato la storia della città e che tuttora si respira maggiormente tra le vie è quella medievale. Particolarmente viva e suggestiva soprattutto durante la rievocazione storica de La corsa all’Anello.

Il centro storico di Narni e le sue meraviglie

Benché il cuore di Narni non sia molto grande, c’è tantissimo da vedere durante una passeggiata in città. Percorrendo la Flaminia in direzione sud verso Narni, è possibile ammirare – in posizione dominante rispetto al borgo medievale – la Rocca Albornoz. Questa possente e antica fortezza, successivamente dimora di papi, cardinali e condottieri, fu costruita nella seconda metà del XVI secolo. La sua struttura presenta una pianta quadrangolare, con le mura e le torri a cingere un cortile interno al quale si accede attraverso due eleganti portali. Al primo piano, accessibile mediante una bella scalinata, si trova la residenza signorile. All’interno del cortile è stato allestito il primo Parco tematico medievale dell’Umbria, con la ricostruzione di un villaggio trecentesco e dove in occasione di eventi di rievocazione storica si tengono spettacoli a tema, come quello degli sbandieratori, concerti di musica medievale, danze storiche, commedie “boccaccesche” e gare di tiro con l’arco. Oltre ad essere sede di numerosi convegni, attualmente la rocca ospita la “Scuola del gusto” e una mostra d’arte.

Riprendendo il cammino verso il centro, attraverserete l’arco del Duomo di San Giovenale, patrono della città. L’ingresso principale della Cattedrale è quello in Piazza Cavour, anche se più imponente è quello laterale in Piazza Garibaldi. Costruito a partire dal 1047 sui resti di un’antica necropoli medievale, venne consacrato nel 1145 da Eugenio III. Conserva il Sacello dei Santi Giovenale e Cassio, affrescato con opere del IX secolo tra cui uno splendido Gesù Benedicente.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloTravel.it – Guida su viaggi e vacanze supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009